Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Chiude La Domus Aurea. Serviranno Almeno 2 Anni di Lavori

Troppe infiltrazioni d'acqua, troppo alto il rischio di crolli. E' per questo che la domus aurea chiude, le piogge intense di questi giorni hanno aggravato una situazone che perdura da anni, così come da anni la Soprintentenza tiene sotto controllo il livello di umidità all'interno della struttura. rilevazioni che hanno evidenziato un sito delicato e a rischio, sia per i preziosi affreschi di epoca imperiale, sia per le stesse strutture portanti. La notizia della chiusura forzata della domus aurea arriva dal ministero dei beni culturali, serviranno almeno due anni di lavori e 5 milioni di euro per ripristinare una condizione di sicurezza per chi visita il sito.

La domus aurea dopo un lungo restauro tornò visitabile sul finire degli anni 90. Da quel momento la Soprintendenza di Roma ha monitorato tutti i cambiamenti climatici all'interno della struttura. Le forti piogge hanno indebolito ulteriormente lo strato di malta che tiene insieme le strutture murarie e gli affreschi, quindi è aumentato il rischio di cedimenti di intonaci. Ma non solo la domus aurea, la grandiosa residenza imperiale di Nerone, soffre la minaccia del tempo e dell'acqua, secondo il ministro dei beni culturali Rocco Buttiglione anche le terme di caracalla sono a rischio. Un problema che investe molti siti archeologici di roma che necessitano cure, manutenzioni straordinarie e soprattutto denaro da investire nei restauri e nei controlli. Il taglio di 48 milioni della finanziaria ai beni culturali dice il ministro sono un brutto segnale e devono essere ritirati. Intanto resta l'urgenza per la messa in sicurezza del sito di colle oppio, 5 milioni che il tesoro dovrà sborsare subito per evitare cedimenti di intonaci e affreschi.

[12-12-2005]

 
Lascia il tuo commento