Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

La Virtus sbanca Treviso

Importante vittoria della Lottomatica Roma al Palaverde contro la Benetton Treviso, al termine di una gara condotta per tre quarti, che ha mostrato evidenti miglioramenti sia al livello di singoli, sia nel gioco di squadra. Grandi protagonisti Allan Ray ( 19 punti + 8 rimbalzi), David Hawkins (14 punti), Stefansson ( 14 punti+ 5 rimbalzi) e Ukic (12 punti).

Il primo quarto comincia con il solito copione: Roma arranca, l’avversario di giornata mette da parte un vantaggio in doppia cifra. La difesa capitolina è molle, Austin abusa di tutti i lunghi virtussini, mentre in attacco è il solo Ukic, con le sue penetrazioni, a tenere testa ai trevigiani. Roma sprofonda anche a -14, e , cosa ben più grave, si vede fischiare già nel primo periodo, il quarto fallo a Lorbek (tecnico per lui, dopo un fallo in attacco). Tuttavia la Lottomatica non molla, e tenta una timida reazione che la porta a chiudere il quarto sul 27-20.

Nel secondo quarto Roma cambia completamente faccia. La zone press manda in confusione la Benetton, che si prende un parziale di 11-0, e vede la Lottomatica rientrare prepotentemente in partita. Il trio Stefansson, Ukic, Hawkins guida l’attacco, mentre, nonostante i numerosi falli commessi, i lunghi virtussini difendono forte, spesso al limite dell’infrazione, venendo poi premiati anche in attacco. Roma al termine del primo tempo guida 47-51.

Al rientro in campo c’è una gradita sorpresa per la Virtus: Allan Ray. L’ex Villanova entra finalmente in partita cominciando a martellare i canestri del Palaverde, trascinando Roma in attacco, e andando bene a rimbalzo. La Virtus, però, nonostante la superiorità, non riesce a scrollarsi di dosso Treviso, che , al contrario, con Atsur e Soragna trova canestri importanti. Il periodo finale è un lungo susseguirsi di emozioni. La Benetton dimostra di avere sette vite e, ancora con una tripla di Atsur, trova la parità a quota 71. La Lottomatica, però, non si scompone e sempre trascinata da uno strepitoso Ray – manda a bersaglio un paio di triple da stropicciarsi gli occhi – rimane sopra nel punteggio. Lorbek, nonostante i 4 falli, lavora forte in difesa e a rimbalzo. Si arriva, così, ai momenti decisivi, con Roma che ha in dote un esiguo vantaggio, anche se il match è ancora in bilico. A portare a casa la vittoria per la Virtus, ci pensa un glaciale Jon Stefansson, che nel finale fa 6/6 dalla lunetta, ricacciando indietro i tentativi di rimonta dei biancoverdi, e regalando due punti d’oro alla Lottomatica.

Marco De Leo

[05-11-2007]

 
Lascia il tuo commento