Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Donna uccisa a Tor di Quinto

interrogato il romeno Mailat

A Regina Coeli è durato ore l’interrogatorio del romeno arrestato per la morte di Giovanna Reggiani, aggredita a Tor di Quinto martedì sera.

Nicolae Romulus Mailat ha ammesso di aver assalito la vittima per rubarle la borsetta. Dopo il decesso della donna, avvenuto ieri sera all’Ospedale Sant’Andrea , Mailat deve rispondere di omicidio volontario e rapina aggravata.

L'interrogatorio, che si inserisce nell'ambito del procedimento di convalida del fermo, è stato condotto dal Giudice per le indagini preliminari Claudio Mattioli, alla presenza del pm Maria Bice Barborini, che è la titolare dell’inchiesta insieme al Procuratore Capo Italo Ormanni.

Al Gip il rumeno ha voluto ribadire più volte di non aver usato violenza sessuale alla vittima. Al di là delle dichiarazioni dell’imputato le indagini devono chiarire ancora due punti fondamentali per la chiusura dell’istruttoria: l’individuazione dell’arma del delitto, del corpo contundente cioè usato per ridurre Giovanna Reggiani in fin di vita e l’eventuale presenza di un secondo aggressore.

La polizia non esclude che il giovane abbia avuto un complice. Nonostante la testimonianza decisiva della nomade che ha permesso l’arresto del rumeno, gli altri connazionali di Mailat non parlano. Per quanto riguarda l’arma del delitto il giovane potrebbe aver colpito la vittima con il suo ombrello.

IL DECRETO LEGGE SULLE ESPULSIONI

 
 

[02-11-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE