Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giallo all'Hotel Ergife

indagato facchino dell'albergo

Continuano le indagini per far luce sulla morte della guida tedesca di 33 anni, Sandra Honike, trovata senza vita nel pomeriggio di ieri nel cortiletto dell'Hotel Ergife nel quartiere Aurelio di Roma. Secondo indiscrezioni pubblicate dall'agenzia Ansa, per l'omicidio c'è già un indagato, un dipendente dell'hotel Ergife di 34 anni, un facchino. L'uomo è già stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica ed è indagato per violenza sessuale e morte come conseguenza di altro reato.

Sandra Honike, quando è stato ritrovato il suo cadavere, aveva la faccia rivolta verso terra, un ematoma tra il collo e la nuca e alcune lievi escoriazioni sui gomiti. Il corpo è stato scoperto in uno spazio all'aperto adiacente al locale caldaie dell'albergo da un operaio che ha avvisato i soccorsi.

L'autopsia sul cadavere è stata effettuata nella notte, ma i risultati che consentiranno di fare maggiore chiarezza, saranno consegnati solo nelle prossime ore al magistrato. Gli investigatori continuano ad ascoltare testimoni per ricostruire le ultime ore di vita della guida che non ha fatto rientro nella sua stanza e, secondo quanto accertato, era visibilmente ubriaca.

Secondo le testimonianze raccolte finora la guida tedesca dopo la cena di giovedì sera, durante la quale avrebbe bevuto parecchio alcol, ha passato diverse ore con il dipendente dell'Ergife indagato. Dopo alcune avances sessuali, Sandra Honike avrebbe preferito lasciar perdere. Ne sarebbe nata una sorta di 'contrapposizione', alla quale la giovane si è sottratta, superando nella fuga una prima balaustra e precipitando poi dalla seconda nel cortile attiguo alla sala caldaie.
 
 

[28-10-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE