Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Vigili del fuoco in piazza

''assumere i pompieri precari''

Ancora una protesta nel centro di Roma, questa volta le urla e gli slogan sono dei Vigili del Fuoco. Hanno manifestato davanti al Ministero per la Funzione Pubblica, erano un centinaio aderenti alla RDB-CUB provenienti da tutta Italia per chiedere a gran voce il rinnovo del contratto di lavoro scaduto quasi due anni fa e contro il precariato che sta stremando la categoria.

Una categoria che sembra vivere una lenta agonia aggravata dall’indifferenza del governo che è a conoscenza delle gravi e urgenti necessità dei Comandi sparsi in tutta Italia, sotto organico di almeno 15.000 unità e alle prese con un debito che aumento di giorno in giorno: sono almeno 150 i milioni di euro che si devono ai fornitori a fronte di una Finanziaria che di milioni ne prevede solo 20. Da qui problemi di varia natura, dall’impossibilità ad effettuare la manutenzione dei mezzi a quella di non poter fare neppure il pieno di benzina. A questa situazione aggiungiamo quella davvero drammatica dei precari assunti per 20 giorni tre volte l’anno: gente che fa lo stesso lavoro, che se la rischia senza garanzie e può contare su uno stipendio di 900 euro per ogni mese di lavoro che, però, viene corrisposto dopo sei mesi. “Al fuoco al fuoco, serve l’assunzione dei precari per spegnerlo” è lo slogan più significativo, accompagnato dal lancio di un fumogeno rosso. Oggi i rappresentanti delle RDB-CUB incontreranno prima il sottosegretario alle Riforme e Innovazione nella Pubblica amministrazione Gian Piero Scanu e, poi, alle 17, la Commissione Affari Costituzionali della Camera: due incontri probabilmente interlocutori, senza, cioè, grandi aspettative da parte dei delegati sindacali: che però sono ormai sul piede di guerra e hanno annunciato uno sciopero nazionale per il 9 novembre.

[25-10-2007]

 
Lascia il tuo commento