Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Municipi requisiscono duecento appartamenti

Medici: ''azione necessaria''

Ancora emergenza abitativa; un problema che afflige la città dai giovani ai più grandi, difficile pagare l'affitto, quasi impossibile accendere un muto. Per andare incontro alle difficoltà dei cittadini che spesso sono costretti ad utilizzare tutta, o quasi, la pensione o lo stipendio per pagare l'affitto i Municipi IX, X e XI hanno temporaneamente requisito degli appartamenti.

Con l'ordinanza, firmata 11 ottobre, si requisiscono 200 appartamenti nel territorio, tra Cinecittà, Appia e Ostiense. Questa mattina c'è stata una sorta di assemblea popolare sotto l'appartamento di via Statilio Ottato n°33, è stato dato l'annuncio della requisizione, solo nell'appartamento di via Ottato ci sono 25 nuclei familiari, circa 100 persone per la maggior parte pensionati. La proprietaria dello stabile, privata, ha chiesto un aumento dell'affitto del circa il 200%. Ci sono anziani che vivono lì anche da 30 anni, che pagano regolarmente l'affitto e che ora non possono più permetterselo, da queste difficoltà è partita la requisizione che congela per tre anni i prezzi degli affitti e blocca gli sfratti dei nuclei in cui vivono.

"Io qui ci vivo da 35 anni - racconta una signora di 80 anni - non ce la faccio a pagare l'affitto, ce l'hanno aumentato troppo, neanche con la pensione ci si arriva, speriamo si arriva ad una soluzione".

La procedura di requisizione è stata avviata in vista della scadenza del 14 ottobre del decreto che ha sospeso gli sfratti. Queste nuove requisizioni arrivano dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ha dato ragione al presidente del X Municipio Sandro Medici riguardo ad appartamenti requisiti, sempre a Cinecittà, negli anni scorsi. La sentenza ha stimolato l'amministrazione municipale ad intervenire ancora.

"La situazione dell'emergenza abitativa è grave in tutta Roma - ha ribadito Sandro Medici, presidente del X Municipio, la requisizione è un'azione necessaria per i cittadini sotto sfratto in questi appartamenti. Almeno per tre anni non avranno la paura dello sfratto, intanto aspettiamo che si costruiscano case per l'edilizia popolare".

 
 

[11-10-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Requisizone case"
 
 
  CORRELATE