Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Multe pazze

verbali e cartelle prescritte

La storia delle multe pazze si trasforma in un caso politico. La Gerit, l´ente riscossore incaricato di recuperare i crediti vantati dalle amministrazioni statali e locali, da mesi continua a spedire a casa dei romani verbali, cartelle esattoriali, ipoteche sulla casa e fermi auto.

Multe in gran parte contestate dai cittadini perché errate o prescritte, con dati sbagliati o già pagate. Un vero e proprio caos che presto potrebbe finire sul tavolo del consiglio comunale.

Dopo la presa di posizione da parte del vice difensore civico di Roma, infatti, l’Udc ha cominciato a raccogliere firme chiedendo la convocazione di una seduta straordinaria che disponga la sospensione di tutti gli atti esecutivi a carico dei romani.

D’altro canto, i funzionari dell’ufficio contravvenzioni di via Ostiense hanno ammesso l’errore imputabile, a loro dire, a una cattiva gestione delle pratiche tanto che ancora oggi continuano a sopravvivere multe già annullate dal giudice di pace.
Fabio Sabbatani Schiuma del gruppo capitolino La Destra, ha consegnato, al sindaco Veltroni una petizione per un condono attraverso la richiesta al governo di poteri speciali.

Da Forza Italia si fa sentire Davide Bordoni che chiede chiarezza proponendo la convocazione della commissione bilancio.
Intanto dall’ufficio contravvenzioni arriva un’anticipazione che rischia di scatenare un’altra valanga di polemiche. Da fine mese infatti i cittadini potranno recarsi in via Ostiense solo per contestare le multe. Mentre per i preavvisi di fermo auto, ipoteche e diffide dovranno rivolgersi alla Gerit.

 
TAG: multe
 

[08-10-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE