Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

NBA Europe Live Tour Rome 2007

La NBA, dopo aver regalato due giorni di grande pallacanestro alle migliaia di tifosi accorsi al Palalottomatica, saluta la Capitale e prosegue nel suo tour europeo.

Anche quest’anno la lega americana si è portata dietro, oltre le sue stelle, la solita dote di spettacoli per tutte le età ( re indiscusso degli intrattenitori è stato Raptor, la mascotte di Toronto), facendo sì che una semplice partita di pre-season diventi un evento indimenticabile.

La prima serata, è stata chiaramente il pezzo forte della tappa romana. Era enorme l’attesa per vedere assieme i Big Three dei Celtics contro i Raptors di Andrea Bargnani.

La partita c’è stata, ed è stata anche piuttosto interessante per i primi tre quarti ( abbastanza combattuti ), poi però l’ultimo periodo, grazie alle prudenti strategie di Doc Rivers e Sam Mitchell (per i Raptors e i Celtics era la prima partita vera dopo il training camp) si è trasformato nella parata delle riserve; tutto ciò ha ovviamente influito anche sul finale che probabilmente con tutte le stelle in campo sarebbe stato ancor più elettrizzante. Tuttavia Garnett, Pierce e Allen hanno incantato gli oltre diecimila spettatori dell’impianto romano, con prestazioni eccellenti, nonostante il livello ancora basso di preparazione. Sicuramente meno bene il "Mago", con 13 punti in 14 minuti, alle prese con enormi grattacapi in difesa contro Garnett. La gara se la sono aggiudicata i Boston Celtics 89-85, dopo che Luke Jackson, con chilometri di vantaggio, non ha realizzato la tripla che avrebbe trascinato tutti all’overtime.

Nella seconda serata i Toronto Raptors hanno affrontato la Lottomatica Roma, in una partita che si è rivelata essere più combattuta del previsto. I canadesi hanno giocato punto a punto con la squadra romana per 37 minuti, poi però la maggior classe ha finito col prevalere,e la partita è stata portata a casa dalla franchigia Nba. La squadra di Mitchell ha comunque concesso ai virtussini l’onore delle armi di fronte al proprio pubblico, vincendo di misura, 93-87. Da sottolineare le prove molto positive per quanto riguarda la fase offensiva di Ray e Drejer per la Virtus, che fanno ben sperare in vista della sfida di giovedì sera contro la Eldo Napoli.

Così si conclude l’intensa due giorni romana, che, a quanto pare, ha soddisfatto un po’ tutti, a partire dai giocatori americani che hanno potuto ammirare ( quasi tutti per la prima volta ) le bellezze della Capitale -ad esempio,Ray Allen, appassionato di architettura, è stato stregato dai monumenti di epoca romana- per proseguire naturalmente con gli appassionati di basket che hanno potuto assistere ad uno spettacolo di altissimo livello. Con questo speriamo vivamente che l’Nba Europe Live Tour a Roma possa diventare un evento fisso, augurandoci che anche il prossimo anno i fuoriclasse a stelle e strisce vengano a farci visita.

 

 

Marco De Leo

[08-10-2007]

 
Lascia il tuo commento