Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Romeni per la sicurezza

''non siamo criminali''

Stanchi di sentirsi definire criminali, stanchi di essere "romeni in Italia", dopo i recenti episodi di cronaca e le parole di ammonimento del sindaco Veltroni i romeni immigrati a Roma hanno deciso di manifestare: ''Non vogliamo essere sempre essere associati tutti ad episodi di cronaca nera, e soprattutto da chi dovrebbe spegnere gli incendi, e non accenderli, purtroppo in Italia - spiega Giancarlo Germani, presidente del Partito dei romeni in Italia, nel nostro paese chi va in carcere non ci rimane a lungo mentre in Romania è diverso e la giustizia si fa rispettare, è un problema di mala giustizia non di etnie''.

A Roma sono più di 50.000, 70.000 in tutto il Lazio, in un centinaio hanno protestato in piazza San marco di fronte al Campidoglio. La Romania dal 1 gennaio è entrata in Europa e a tutti gli effetti i romeni non sono più extracomunitari, l’immigrazione continua a crescere e i rappresentanti della comunità romena sono “stufi” e chiedono che sia fatta una distinzione tra criminali e cittadini che lavorano regolarmente, rispettano le leggi e che spesso sono vittime di stereotipi e luoghi comuni.

Una manifestazione anche per rispondere al sindaco che nei giorni scorsi aveva accusato il governo romeno: secondo Veltroni la situazione dell'ordine pubblico a Roma è peggiorata da qualche mese a questa parte, in particolare con l'ingresso massiccio dei romeni. Il paese dell’est - secondo il sindaco - si dovrebbe assumere le sue responsabilità.

 
 

[03-10-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE