Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Test universitari truccati

inchiesta sugli esami di ammissione

università la Sapienza

Per il test d’ingresso a medicina ci si prepara studiando duro, anche tutta l’estate. Vedere poi, al momento della prova, che qualche concorrente “più furbo” si fa suggerire le risposte via sms, o da un signore attempato che – guarda caso – è già laureato in materie sanitarie ed è stato lasciato sedere proprio lì vicino, beh, deve essere difficile da mandare giù.

Questo - e molto altro - è capitato durante le prove d’ingresso nelle facoltà di Medicina e Odontoiatria di diversi atenei in tutta Italia, fra i quali si ricorderanno Bari, Catanzaro, Ancona e Chieti come i casi più eclatanti. A Bari, scoppiato lo scandalo il Rettore ha deciso di annullare il test, invalidando tutte le prove e non solo quelle irregolari. Lo stesso non è avvenuto negli altri atenei italiani – compresi i maggiori romani – dove i test pare non verranno ripetuti, nonostante esista oggi un libro bianco – curato dall’Udu, Unione degli Universitari – che raccoglie centinaia di casi di irregolarità denunciati in tutte le facoltà dove l’accesso è regolato da prove di sbarramento. A Roma le denunce non riguardano solo Medicina, ma anche Biologia, Scienze delle Comunicazioni, Psicologia, Economia. E toccano Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre.

Gli studenti hanno consegnato le denunce in un esposto alla Procura della Repubblica - dove oggi il procuratore Giovanni Ferrara ha aperto un’inchiesta contro ignoti per reato d’abuso d’ufficio - e al Ministero dell’Università, dove lo scorso 18 settembre è stato fatto anche un sit-in. Insoddisfatti da quello che loro definiscono il “silenzio” del ministro Mussi, gli studenti hanno presentato già 2000 ricorsi al Tar del Lazio per annullare i test e, nel caso non venissero accolti, promettono di fare appello alla Corte Costituzionale. Intanto, è stata indetta una manifestazione nazionale per il prossimo 12 ottobre, che a Roma dovrebbe partire da piazza della Repubblica.

Chissà se i test saranno annullati e il numero chiuso limitato alle sole facoltà ex decreto 264. L’importante sarebbe sapere che i medici, o gli psicologi, o i sociologi di domani sono i migliori sulla piazza, e non i più furbi o i meglio raccomandati.

 
 

[28-09-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE