Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Da mangiarsi le mani...

Roma raggiunta di nuovo nel finale da un'ottima Fiorentina. Partita spettacolare come nelle previsioni.

Siamo troppo navigati per non sapere che una striscia vincente, quando viene interrotta, non viene ripresa subito. Così, dopo lo stop con la Juve, arriva quello con la Fiorentina. Stesso punteggio, 2-2, e anche stavolta giallorossi raggiunti nel finale. Ma la Fiorentina ha meritato, e la Roma, pur in versione-emergenza, ha confermato i limiti tattici e di maturità visti con la Juve.

A sorpresa, Spalletti sceglie Pizarro dall'inizio al posto di Aquilani e Cicinho anziché Panucci. Al centro, Ferrari rileva Juan. Campo pesante, e palla che scivola veloce, causando più di qualche errore. La prima conclusione è di Mancini al 4', alta di poco. Per la prima volta la Roma incontra una squadra che fa il gioco, e deve ripiegare sul gioco di rimessa. Sempre gli stessi, invece, i problemi di collegamento in fase difensiva tra difesa e centrocampo. Soprattutto, problemi sui calci piazzati. Al 14' Montolivo sfiora la traversa dalla distanza, ma è al 19' che la Roma trova il jolly. Cucchiaio di Mancini dal limite dopo il velo di Giuly, Frey non ci arriva. La Fiorentina reagisce subito: dopo tre minuti altro bolide di Montolivo che sfiora il palo di un niente, a Doni battuto. Ma il pareggio arriva su un pasticcio difensivo: al 24' corner di Semioli, pasticcio tra Doni e De Rossi e Gamberini segna. La reazione della Roma c'è: al 29' Mancini viene fermato in fuorigioco inesistente (il "passaggio" era di Pasqual) prima di servire Giuly tutto solo in area piccola. Due minuti, e l'occasione enorme è della Fiorentina. Pazzini tutto solo viene fermato in scivolata da Tonetto, la palla va a Mutu che salta Doni ma subisce il grande recupero di Cicinho. Il romeno è un flagello: al 33' colpisce il palo esterno a botta sicura su azione di corner, al 36' si libera di testa e costringe Doni a un miracolo. Nel frattempo, infortunio al polpaccio per Taddei: entra Aquilani. Nel momento peggiore, puntuale il gol della Roma: Vucinic per Aquilani, tocco lieve a liberare Giuly che batte Frey in uscita. Prima dell'intervallo, fallaccio di Donadel su Aquilani, caviglia malconcia ma il regista ce la fa.

Nei primi venti minuti della ripresa (con Santana per Liverani) la Fiorentina spinge ancora senza creare granché, poi cala, ed esce la Roma, anche per l'ingresso di Panucci per Mancini, con Cicinho a fare l'ala. Al 28' Vucinic (piuttosto impacciato, anche nel secondo tempo partendo dalle fasce) conclude da due passi dopo un rimpallo, ma spara su Frey. Il portiere viola risponde alla grande anche a un destro dai 25 metri di Pizarro. Al 31' Mutu dà di gomito su Cicinho: intervento ai limiti del rosso, ma è solo giallo. Poi, al 34', quella vecchia volpe di Vieri, entrato per Semioli, si trova un rigore (cercato ma netto) su ingenuità di Ferrari, e Mutu trasforma di cucchiaio. Nel finale, da segnalare una bella parata di Frey su punizione di De Rossi, e un paio di interventi di Doni, che prima sbroglia una brutta situazione (retropassaggio scellerato di Ferrari) e poi anticipa Vieri in uscita. Espulso Donadel per doppia ammonizione.

Partita in cui lo spettacolo non è sicuramente mancato. Secondo pareggio consecutivo (pur con due avversarie di tutto rispetto), che in sé ci può stare, vista anche la formazione rimaneggiata, ma che, complice il calendario, impone una frenata piuttosto lunga. Campanelli d'allarme in vista del big match di sabato con l'Inter: 1. la fase difensiva va registrata, nei meccanismi e in alcuni singoli (vedi Ferrari e Doni), 2. qualche giocatore è in ritardo di condizione (vedi Pizarro e Vucinic), complici i molti infortuni, 3. in fase offensiva lo spettacolo è molto, ma il cinismo poco, e se non si concretizza capita anche che concretizzino gli altri...

Simone Luciani

Fiorentina: Frey, Ujfalusi, Gamberini, Dainelli (31' st Balzaretti), Pasqual, Donadel, Liverani (1' st Santana), Montolivo, Semioli (27' st Vieri), Pazzini, Mutu. A disp.: Lupatelli, Kroldrup, Gobbi, Kuzmanovic. All.: Prandelli.

Roma: Doni, Cicinho (41' st Esposito), Ferrari, Mexes, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Taddei (36' pt Aquilani), Giuly, Mancini (22' st Panucci), Vucinic. A disp.: Curci, Juan, Barusso, Brighi. All.: Spalletti.

Arbitro: Bergonzi di Genova.

Marcatori: 19' pt Mancini, 24' pt Gamberini, 37' pt Giuly, 35' st Mutu (rig.).

Note: campo pesante. Spettatori 38.000 circa. Espulso al 39' st Donadel per doppia ammonizione. Ammoniti Mexes, Mutu, Ferrari, Montolivo.

[26-09-2007]

 
Lascia il tuo commento