Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Coniugi Cerrini a Grottaferrata: Preso l'Assassino, Era un Amico del Figlio.

Li ha uccisi per vendetta e per il rancore che aveva nei confronti di Matteo, suo amico d'infanzia e figlio dei coniugi trovati morti nella loro villa di Grottaferrata ai Castelli.

L'assassino ha confessato, si chiama Claudio Valerio Amorosetti, 26 anni. Questa la ricostruzione: nella notte di giovedì l'omicida, con la pistola nascosta dietro la schiena, va ad uccidere il suo amico Matteo. Ad aprire la porta c'è invece un genitore "Matteo non c'è è a Roma con degli amici" - risponde il padre - Il ragazzo non riesce a trattenere la rabbia e sfoga tutto il suo rancore su Marco Cerrini. 4 colpi di pistola a bruciapelo, il 60enne muore sul colpo. Poi le urla della madre che corre in soccorso del marito, anche per lei stesso destino, con un colpo di revolver.

Il ragazzo è stato interrogato nella notte dopo che i Carabinieri, sotto indicazione del figlio delle vittime, avevano trovato nella casa del padre in una cassaforte un vero e proprio arsenale. Nella collezione di armi c'era anche la pistola che sarebbe stata utilizzata nel delitto, regolarmente registrata.

Matteo ha motivato il gesto raccontando di aver un forte risentimento nei confronti dell'amico, con il quale è cresciuto. Si tratta di una vecchia storia di una ragazza avuta in comune, una vicenda di almeno 10 anni fa quando i due andavano al liceo insieme. Forse un amore perduto, un rancore maturato nel tempo che è poi sfociato nel folle gesto di giovedì notte.

Il presunto omicida abita a poche decine di metri dalla villa dei coniugi Cerrini, in via Sentiero a Grottaferrata, avrebbe alcuni problemi psichici anche se non ci sono ancora perizie. Dovrà ora rispondere di duplice omicidio volontario.
 
 

[07-01-2006]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE