Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Stoner campione del mondo

In Giappone basta il 6 posto. Trionfo della Ducati completato dalla vittoria di Capirossi

A Motegi, in una pazza corsa condizionata dai capricci di Giove Pluvio che ha costretto i piloti al cambio moto, l'australiano ha trovato la matematica certezza del titolo quando forse meno se l'aspettava. Casey era andato maluccio nelle prove e a 11 giri dalla fine in gara, dopo un illusorio tentativo di fuga, arrancava dietro Melandri e un Valentino Rossi lanciatissimo. A quel punto è scattata la lotteria dei box, che più di tutti ha premiato Loris Capirossi bravo e fortunato a scegliere il giro giusto per rientrare e sostituire il mezzo. I tre davanti, invece, marcandosi hanno compiuto qualche tornata in più, ma le cose sembravano ugualmente mettersi bene per il Dottore rientrato in seconda posizione. Un nuovo problema alla Yamaha lo ha però costretto a sprofondare nelle retrovie (alla fine sarà 13esimo) e a quel punto al suo rivale è bastato gestire il decadimento delle gomme senza prendersi rischi inutili. Dietro Capirex il podio è stato completato sorprendentemente da De Puniet (che con la Kawasaki ha probabilmente azzeccato la domenica della stagione) ed Elias. Caduto malamente Pedrosa. Proprio in Giappone dunque una Casa italiana ha interrotto, grazie all'astro nascente della MotoGP, il dominio nipponico nella categoria regina del motociclismo, 34 anni dopo la vittoria della MV Augusta.

In 250 successo di Kallio, davanti al nostro Dovizioso. In 125, sotto la pioggia, splendido assolo di Mattia Pasini che ha preceduto il leader del mondiale Talmacsi. Sesto Simone Corsi.

 

[24-09-2007]

 
Lascia il tuo commento