Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Una piccola beffa

Roma raggiunta dalla Juve nel finale: Ŕ 2-2. Errore di Doni.

Totti esulta dopo il primo gol

Come si dice, c'è una notizia buona e una cattiva...quella cattiva è che ti hanno pareggiato a 3' dalla fine su errore del portiere. Quella buona è che le tue avversarie, nelle altre partite, hanno fatto peggio di te. Questa la sintesi di Roma-Juve (due anni dopo...).

Certo, il divertimento e le emozioni non sono mancati. A essere onesti, più per gli errori (di tanti, troppi) che altro. In un ormai dimenticato orario pomeridiano, per una sfida che merita il serale, ha sbagliato Del Piero (un rigore e un'occasione). Ha sbagliato Criscito (sul primo gol della Roma). Ha sbagliato Doni (sul pareggio della Juve). Hanno sbagliato Perrotta e Mancini (il gol del 3-1, quando era il momento...). Ha sbagliato qualcosa perfino Buffon. Non ha sbagliato, invece, Francesco Totti. Ma andiamo con ordine.

Ranieri sceglie le tre punte, che già da subito pare abbiano troppa libertà concessa. Spalletti manda in campo gli stessi di mercoledì. Fin dall'inizio, Roma a fare il gioco e Juve che risponde (ogni tanto) in contropiede. Prima occasione per Cassetti lanciato da Totti al 10': Buffon devia il diagonale del terzino (che si farà male e ladcerà spazio a Cicinho). Ma è la Juve che passa al 17': troppo spazio per Del Piero che apre per Iaquinta, cross e Trezeguet anticipa Mexes e batte Doni. C'è da dire che la Roma non si scoraggia, e la dinamica del gioco è la stessa. E' Totti a trovare il pareggio con un gran gol (macchiato dal fuorigioco di rientro non visto): spalle alla porta supera un fragile Criscito, entra in area e trafigge Buffon di interno destro. Ed è ancora Totti a ribaltare il risultato al 37', risolvendo una mischia in area su cross di Mancini (lanciato benissimo da Cicinho). Un minuto dopo gran parata di Doni su Del Piero a botta sicura. Ma il primo tempo, nel complesso, fa ben sperare.

La ripresa (con Legrottaglie per uno spaesato Criscito) si apre con Mancini che non trova il tempo per concludere da ottima posizione. Al 3' qualcosa più di un brivido: Cicinho atterra Nedved (con un tocco lieve ma soprattutto ingenuo) in area. Dal dischetto va Del Piero, ma si è capito da un pezzo che non è la sua giornata, e spara alto. Per reazione psicologica, due occasionissime per la Roma. Al 7' Perrotta in scivolata spara alto a porta vuota una ottima palla costruita da Taddei. Due minuti dopo, Buffon salva su Mancini dopo aver respinto corto una punizione di Totti. Il ritmo cala, ma non la falsariga: la Roma fà la partita, la Juve risponde in contropiede. Al 16' entra Giuly per Mancini, al 29' Palladino per un Del Piero spento e afflitto. Nel finale la Juve cresce (non molto), ma la Roma sembra poter trovare qualche spazio in più. Fino al 42'. Quando Morganti fischia un controfallo a Cicinho (qualche dubbio...), Chiellini rimette lungo in area e Iaquinta di testa alza la palombella che coglie Doni poco reattivo (per usare un eufemismo...). C'è il tempo solo per qualche rimpianto.

E' stata una beffa, non un furto. La Roma poteva chiudere, ma la sensazione che la Juve non era affossata si aveva eccome. Troppi spazi concessi a Iaquinta, Del Piero e Trezeguet, con una squadra troppo lunga. Bene invece in attacco. Comunque, è un'occasione persa più per Milan, Inter e Juve per accorciare che per la Roma per allungare. Mercoledì c'è la Fiorentina al Franchi, altro impegno non da poco: ritrovare i tre punti subito sarebbe l'ideale.

Simone Luciani

Roma: Doni, Cassetti(28' pt Cicinho), Mexes, Juan, Tonetto, Aquilani, De Rossi, Taddei (39' st Brighi), Perrotta, Mancini (16' st Giuly), Totti. A disp.: Curci, Ferrari, Pizarro, Vucinic. All.: Spalletti.

Juventus: Buffon, Grygera, Andrade (8' st Birindelli), Criscito (1' st Legrottaglie), Chiellini, Nocerino, Zanetti, Nedved, Del Piero (29' st Palladino), Iaquinta, Trezeguet. A disp.: Vanstrattan, Molinaro, Tiago, Salihamidzic.

Arbitro: Morganti di Ascoli Piceno.

Marcatori: 17' pt Trezeguet, 30' e 37' pt Totti, 42' st Iaquinta.

Note: spettatori 70.000 circa. Ammoniti Mancini, Iaquinta, Criscito, Cicinho, Chiellini. Al 4' st Del Piero ha tirato alto un calcio di rigore.

[23-09-2007]

 
Lascia il tuo commento