Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Protesta dipendenti Vodafone

''No cellular zone''

Oltre 100 lavoratori della Vodafone Italia hanno manifestanto in piazza San Lorenzo in Lucina, di fronte al negozio Vodafone One più grande di Roma, per protestare contro la prevista esternalizzazione di 914 lavoratori del call center dell'azienda in tutta Italia.

Tutti i manifestanti indossano un cartello con la scritta e scandiscono ripetutamente slogan di protesta. La manifestazione è stata organizzata da alcuni lavoratori dei call center della Vodafone Italia per protestare contro la decisione dell'azienda di esternalizzare il servizio.
"Noi abbiamo per la maggior parte contratti a tempo indeterminato - dice uno dei manifestanti - l'azienda ci ha proposto di passare ad un'altra società perché vuole esternalizzare il servizio di call-center, noi temiamo che non nell'immediato ma in futuro i nostri nuovi datori di lavoro ci passeranno ad un regime contrattuale più precario. È una questione di prospettive per il nostro futuro, non vogliamo diventare tutti lavoratori a tempo determinato - dice un altro operatore del call center - l'azienda ha degli utili significativi, non capiamo perché ci vogliono mandare via".

A Roma sono circa 250 i lavoratori del call center di Vodafone Italia che sarebbero coinvolti nell'esternalizazione del servizio. I manifestanti hanno chiesto ai passanti di spegnere il cellulare per solidarizzare con la loro protesta, mentre alle ore 16.30 hanno dato vita ad una "no cellular zone" a piazza San Lorenzo in Lucina, i protestanti hanno invitato tutti i presenti spegnere per un minuto il cellulare. La singolare protesta ha riscosso successo tra i passanti di via del Corso. Circa 30 persone a più riprese si sono fermate e, tra gli applausi dei manifestanti, hanno mostrato alla folla il loro cellulare per poi spegnerlo platealmente in segno di solidarietà con i lavoratori Vodafone.

[22-09-2007]

 
Lascia il tuo commento