Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

I Simpson - Il Film

di David Silverman

di Narda Liotine 

Un’ homerata provoca la catastrofe ambientale che costringerà l’E.P.A., Ente per la Protezione Ambientale, ad isolare la città più inquinata dello stato: Springfield. La famiglia Simpson, ritenuta responsabile dell’atto, riuscirà, dopo una breve fuga in Alaska, ad accorrere in aiuto dei propri concittadini condannati all’annientamento. Con il suo estremo intervento Homer riuscirà a salvare l’intera città e a riunire la sua famiglia.

Frutto dell’ultimo di una serie di sfortunati tentativi, falliti ora per un soggetto poco adatto al formato del lungometraggio, ora per la mancanza di una troupe, I SIMPSON - IL FILM appare come il sogno e l’incubo di ogni amatore della serie. Ad allontanare o, se non altro, ridurre il trauma lo storico cast: Matt Groening, David Silverman e ogni singolo personaggio comparso nel corso dell’intera serie televisiva. Sei lunghi anni spesi dietro l’idea larvale di un episodio espanso che non si portasse dietro cicatrici da sutura, et voilà! intatto l’umorismo irriverente che ha fatto il successo della serie e l’atteso tripudio di gag in una sceneggiatura dai risvolti demenziali, naturalmente. Tutti i cliché della serie sono al loro posto mentre i personaggi sembrano avere il tempo di mostrarsi completamente, rivelando punti deboli altrimenti sconosciuti.

La serie, che ha connaturata la dimensione televisiva, riesce a dilatare i propri limiti ma non riesce ad accrescere esponenzialmente il divertimento, centellinando le trovate argute e rimanendo solo a tratti memorabile. Così nei primi venti minuti, che, non a caso, sarebbero stati sufficienti a riempire un episodio della serie televisiva, sono collocate le scene più esilaranti e geniali del film, impiantate sul tessuto filmico senza sbavature, mentre tutto, dopo di queste, ha l’aspetto di una rapida discesa verso il finale.
La riprova che non tutte le ciambelle riescano col buco.

**


 

[16-09-2007]

 
Lascia il tuo commento