Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Bacio gay al Colosseo

il Pm: ''non fu solo un bacio''

Per il giudice non fu solo un bacio: quelle che quest'estate si scambiarono sotto il Colosseo una coppia di gay furono effusioni decisamente più esplicite. Come scrissero i carabinieri, il reato era "palese ed inequivocabile", una formula garbata usata per nasconde l'esplicito "rapporto sessuale orale".

Su quel caso, l'inchiesta è chiusa. Il procuratore ha depositato gli atti, procedura che anticipa la richiesta di rinvio a giudizio per atti osceni in luogo pubblico. Ma Roberto e Michele continuano a ripetere che fu solo un ingenuo bacio. "Sono una persona che tutti definiscono timida e riservata", sostiene Michele, 35 anni, di Lecce, uno dei due gay denunciati. "Figurarsi se ci mettiamo a fare certe cose in pubblico".

Della notte del 26 luglio non ha dimenticato nulla: "Io e Roberto non siamo fidanzati, ma ci conosciamo da tempo. Avevamo preso una cosa da bere e avevamo deciso di appartarci al Colosseo, in un posto tranquillo in cerca di intimità: non c'era nessuno e abbiamo cominciato a baciarci. Tutto qua".

Ma il pm non ci crede e alla coppia di omosessuali potrebbe presto contestare l'articolo 527 del codice penale, atti osceni in luogo pubblico, punibile con la reclusione da tre mesi e a due anni.

fonte: la Repubblica

 
TAG: gay
 

[12-09-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE