Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Truffe all'Inps

incassavano gli arretrati delle pensioni

sede dell'Inps a Roma

La Polizia Postale ha eseguito sette arresti e varie perquisizioni domiciliari. Le accuse riguardano presunte truffe, ricettazioni, falsità materiale e sostituzione di persone.

Incassavano arretrati di pensioni all'insaputa dei titolari. Un funzionario dell'Inps e sei pregiudicati, ritenuti componenti di una banda che incassava illecitamente i bonifici, quasi tutti destinati a persone anziane, sono stati arrestati .

Le indagini sono cominciate alcuni mesi fa in seguito alla presentazione a Roma di una denuncia specifica. Grazie a intercettazioni telefoniche, alla collaborazione dell'Inps e ad altre iniziative investigative, è stato possibile risalire alle sette persone, tutte napoletane.

Non è stato ancora quantificato il danno. I cittadini attendevano inutilmente il bonifico e, soltanto dopo molti colloqui con addetti dell'Inps, scoprivano l'illecito. Per riscuotere la somma occorreva dunque attendere almeno un anno. L'istituto di previdenza sociale, invece, era costretto a pagare due volte la stessa cifra: la prima veniva incassata dalla banda, la seconda dal legittimo destinatario.

L'operazione si colloca nell'ambito di una complessa strategia di contrasto al fenomeno della riscossione. Il Compartimento Polizia Postale di Roma e Latina ha portato avanti complesse indagini con l'analisi di una notevole mole di dati investigativi, acquisiti tramite la ricostruzione dei flussi informatici, la localizzazione di apparati telefonici, le acquisizioni documentali e le comparazioni antropometriche

[10-09-2007]

 
Lascia il tuo commento