Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Aggressione a Tornatore

presi i tre rapinatori romeni

Giuseppe Tornatore

Gli aggressori di Tornatore sono in carcere. Il fratello maggiore già da tre giorni, il più giovane dalla notte scorsa, fermato insieme al terzo complice minorenne, nel Campo Nomadi dell’Anagnina. Sono i tre rapinatori che lo scorso 21 Agosto colpirono con violenza e derubarono Giuseppe Tornatore, mentre stava rincasando all’Aventino.

Lo stesso regista ha fornito elementi preziosi per l’identificazione dei due fratelli, Costantin e Viorel Vulcan, di 33 e 32 anni, e del minore che ha ammesso le proprie responsabilità. I primi ora si trovano a Regina Coeli, il terzo in un centro di accoglienza. Ma la prima importante traccia l’ha fornita un cittadino bengalese rintraccato perchè in possesso del telefono del regista. Il ricettatore ha fornito completa collaborazione. Gestisce un chiosco di frutta che lavora anche di notte e conosceva da tempo i romeni che gli hanno venduto, per 50 euro, il cellulare di Tornatore, la notte stessa della rapina. Un altro tassello importante è arrivato con l’arresto, il 29 agosto, dei tre aggressori di un uomo di 72 anni picchiato a Testaccio. Tra di loro il maggiore dei Vulcan, con al polso l’orologio di un terzo aggredito, l’operatore Mediaset pestato la notte del 18 Agosto nei presi del Circo Massimo. Tanti episodi simili, ugualmente efferati, con un filo conduttore: il maggiore dei due fratelli, sempre presente a guidare i complici più giovani e a sferrare il primo feroce colpo alle vittime di spalle. Gli investigatori stanno cercando di scoprire se anche l’aggressione alla consigliera dell’XI municipio Carla di Veroli, a Colle Oppio, sia da attribuirsi alla stessa banda.

[02-09-2007]

 
Lascia il tuo commento