Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Disturbia

di D.J. Caruso. Con Shia LaBeouf, Carrie Ann-Moss, Davd Morse

di Svevo Moltrasio 

Agli arresti domiciliari per aver aggredito un professore, il giovane ed irrequieto Kale, costretto a passare tutte le vacanze in casa si trasforma in acuto osservatore del proprio vicinato: oltre a bambini dispettosi e nuovi arrivati, tra gli spiati pare nascondersi anche un pericoloso serial killer.

Piccolo caso in patria dove ha riscosso buoni risultati al box office estivo, DISTURBIA, thriller giovanile affidato al regista televisivo D.J. Caruso alla seconda prova cinematografica, può contare sulla nuova star hollywoodiana Shia LaBeouf, già visto nel recente TRANSFORMERS e futuro figlio di Indiana Jones.

Sebbene il modello narrativo sia l’intramontabile LA FINESTRA SUL CORTILE hitchcockiana, il film di Caruso ricalca nel giro di pochi minuti il cinema adolescenziale statunitense di gran moda negli anni 80, con protagonisti ragazzini disadattati con la solita bionda della porta accanto. Da quel cinema arriva anche la sterzata thriller/horror, tenuta nascosta per una buona trequarti di film. E le cose migliori di questa esile pellicola per teen ager sono riscontrabili proprio nella prima parte, grazie al simpatico protagonista ed ad un piglio narrativo fresco.

Con il progredire del giallo però il film varca ogni limite di verosimiglianza e la sceneggiatura sprofonda in paurose incongruenze e brutture. Quello che poteva rivelarsi un gioco inquietante e misterioso (il vicino di casa è davvero un serial killer o sono fantasie dei ragazzi?) si risolve con improvvise accelerazioni che sconcertano, riducendo l’operazione adatta esclusivamente ad un target di pubblico minorenne.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[01-09-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE