Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Furto di rame tra le macerie

arrestati quattro rumeni

le macerie di via di Vigna Jacobini

Sorpresi a frugare tra le macerie della palazzina di via Vigna Jacobini per portare via un po’ di rame. Quattro cittadini rumeni, in Italia senza fissa dimora, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione Monteverde nuovo con l’accusa di furto.

I quattro, di età compresa tra 36 e 43 anni, erano entrati nell’area dopo aver forzato la recinzione. Attrezzati di particolari strumenti stavano smontando le bobine di rame e i cavi elettrici dai macchinari della tipografia che si trovava nel palazzo. Il metallo rubato per un peso totale di circa 100 kg era già stato caricato su dei carrelli della spesa.

Nell’area dove si trovano le macerie dell’edificio, crollato la notte del 16 dicembre 1998 quando morirono 27 persone sorprese nel sonno, sono in corso lavori di riqualificazione. Lo scorso 7 agosto infatti sono partite le operazioni di rimozione dei detriti su decisione della giunta provinciale in collaborazione con il municipio xv. Sulla stessa area sorgerà un’area verde attrezzata per i bambini.

Da tempo gli abitanti del quartiere, così come i parenti delle vittime, chiedono che la zona venga riqualificata, visto che il punto dove si trovavano le fondamenta del fabbricato viene utilizzato come una sorta di pattumiera tra siringhe usate e topi. La riqualificazione in corso punta a rendere questo un luogo della memoria degno del suo nome.

[28-08-2007]

 
Lascia il tuo commento