Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il ''palazzaccio'' trema

colpa degli scavi per il parcheggio?

il palazzaccio di via Cavour, ora sede della Cassazione

Un movimento leggerissimo, appena percettibile, per il "Palazzaccio" di piazza Cavour, sede della Corte di Cassazione. Ma tanto è bastato per destare l'attenzione degli esperti. E così il provveditore alle opere pubbliche del Lazio, Francesco Saverio Camanale, ha riunito il COmitato tecnico amministrativo del Provveditorato. Sotto la lente d'ingrandimento i lavori del mega-parcheggio sulla piazza, che dovrebbe arrivare a 700 posti auto.

Tra il 2006 e il 2007 sarebbe stato registrato "con un dato assoluto" per usare i termini scientifici, un "leggero abbassamento" del palazzo di Giustizia. Una caratteristica peraltro storica dell'edificio, fin da quando è stato realizzzato. Colpa degli scavi per il parcheggio? Non si sa, ma per evitare qualsiasi dubbio prima che i lavori vadano avanti e gli scavi riprendano, d'ora in avanti si cercherà di liberare il campo da qualsiasi ipotesi di eventuali riflessi sdella nuova opera sulle strutture antiche.

"Sapevamo che lavorare accanto al "Palazzaccio" è un compito delicato e difficile -spiega Fabrizio Panecaldo - Ma tutto verrà chiarificato e il cantiere va avanti.

Il palazzo di Giustizia è sempre stato "debole" sin dall'inizio della sua realizzazione alla fine dell'800. I dissesti iniziarono a manifestarsi a costruzione non ancora finita a causa delle condizioni idreogeologiche del sottosuolo attraverso il quale filtrano le acque che si versano nel Tevere.

Opera dell'architetto Guglielmo Calderini, il palazzaccio è considerato un'espressione imponente dell'archuitettura eclettica in voga in quegli anni. Ma a molti non è mai piaciuto tant'è che è stato definito subito il "Palazzaccio". Per costruire l'edificio che è stato definito anche il "pachiderma" dell'architettura umbertina ci vollero ventidue anni, dal 1889 al 1911. Nel 1969 apparì la prima "ferita" che si aprì da parte a parte delle mura.

[28-07-2007]

 
Lascia il tuo commento