Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Nuova area al bioparco

per gli otto lemuri donati dallo zoo di Ostrava

i lemuri arrivati da Ostrava al bioparco di Roma

Al Bioparco è nata una nuova area di 600 mq per ospitare 8 lemuri catta - scimmie a rischio di estinzione che vivono unicamente in Madagascar - che sono arrivati a Roma da una donazione da parte dello Zoo di Ostrava (Repubblica Ceca) dove c'era un surplus di questi animali.

Si tratta di animali altamente sociali hanno la necessità di vivere in gruppi numerosi. Gli 8 esemplari vanno ad aggiungersi alla coppia di lemuri macaco, Bodge e Alfredo, con una triste storia di sequestro alle spalle, che già erano presenti al Bioparco.

La nuova area è stata progettata con la concezione degli altri exhibit realizzati finora dal Bioparco: eliminazione delle sbarre, presenza di grandi vetrate per l'osservazione degli animali, ampi spazi e ricostruzioni di ambienti naturali idonei alla specie e nuova pannellistica esplicativa - in questo caso dedicata alla conservazione delle foreste del Madagascar - per permettere ai visitatori di conoscere più da vicino la specie ospitata. Le forti emozioni suscitate da un tale tipo di interazione facilitano la trasmissione del messaggio didattico ed educativo, che nel caso dei lemuri è costiutito dalle principali minacce per questa specie: perdita e degradazione dell'habitat, bracconaggio per la carne e la pelle ed il commercio illegale.

Durante la Notte Bianca 2007 il Bioparco promuove una raccolta fondi: "1 euro per i lemuri" nell'aderire alla campagna internazionale di conservazione e sensibilizzazione sul Madagascar dell'Eaza (Associazione europea degli zoo e Acquari) per la riforestazione di alcune aree del Madagascar, posto unico al mondo per la sua Biodiversità a serio rischio di estinzione a causa delle attività antropiche.

 
 

[25-07-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE