Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Distributori Romani Irregolari. La Guardia Di Finanza ne ha Controllati 430

Non bastano le ore passate nel traffico. Non basta il caro benzina. Per i romani all'ordine del giorno ci sono anche le truffe sul carburante.

Il 20 per cento dei distrubutori della capitale non è in regola. E' quanto accertato dal comando provinciale della guardia di finanza che con 60 pattuglie ha controllato 430 banzinai. Per legge ogni impianto deve esporre chiaramente i prezzi al litro. Quelli esposti, devono essere quelli effettivamente praticati ai consumatori. Ebbene, nella maggior parte dei casi accertati dalle fiamme gialle i distributori non esponevano in modo chiaro i cartelli, addirittura erano nascosti dietro alberi o altri cartelli stradali, col risultato di disorientare i giudatori nella libera scelta dell'importo più conveniente.
In alcuni casi- in 15 su 430- mancavano completamente i cartelli. Una mancanza che- quando un utente va di fretta- a volte non viene neanche notata.
In altri 8 casi, infine il prezzo esposto era diverso da quello effettivo. Una vera e propria truffa, dunque.

3 mila euro è la sanzione inflitta ai benzinai furbi. Per gli utenti, invece, valga qualche buon consiglio. Sul sito internet http://www.italia.gov.it/ è facile consultare la rilevazione settimanale effettuata dal ministero delle attività produttive sui prezzi di benzina, gasolio e gpl serviti o autoerogati dal cliente.

Se invece ci si accorge di qualche irregolarità il nuemero a cui rivolgeri è il 117
 
TAG: finanza
 

[28-02-2006]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE