Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Roma - Bruxelles
 
» Prima Pagina » Roma - Bruxelles
 
 

Ue, verso il trattato Europeo

al via la Conferenza Intergovernativa

I ministri degli Esteri dell'Unione Europea hanno lanciato ufficialmente la Conferenza intergovernativa (Cig) per la redazione finale del nuovo Trattato dell'Ue che sostituirà la costituzione. Si tratta della settima Cig nella storia dell'Ue, e, secondo il mandato concordato dai 27 nel vertice Ue del 21 e 22 giugno scorsi, dovrebbe concludere i lavori entro il Consiglio europeo di dicembre.

Il ministro degli Esteri portoghese, Luis Amado, presidente di turno del Consiglio degli Affari generali (il Portogallo ha la presidenza semestrale dell'Unione), ha lanciato un appello ai 27 perché esprimano "un impegno leale e in buona fede" durante tutto il processo che dovrà portare, in pochi mesi, alla nascita del nuovo Trattato.

Il Portogallo spera infatti che il testo potrà ricevere l'assenso dei 27 al vertice del 18 e 19 ottobre prossimi a Lisbona, per essere poi firmato entro la fine dell'anno. Il Trattato dovrà poi essere ratificato da tutti i Paesi dell'Unione per poter entrare in vigore prima delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, previste nel giugno del 2009.

Il mandato per la nuova Cig, concordato in giugno, ha consentito all'Unione europea di uscire dallo stallo istituzionale nel quale era precipitata dopo la bocciatura della Costituzione da parte di Francia e Olanda. "E' necessario creare le condizioni politiche per avere presto un Trattato contando sulla solidarietà delle istituzioni europee, Commissione e Parlamento", ha aggiunto Amado.

Tuttavia già dalla Polonia, che ha chiesto di rimettere in discussione tutto l'accordo di giugno a pochi giorni dalla conclusione, è arrivata una richiesta di "chiarimenti". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri della Polonia Anna Fotyga al suo arrivo al Consiglio dei ministri della Ue. "Abbiamo bisogno di chiarire qualcosa ma non siamo i soli", ha detto Fotyga. "Aspettiamo il progetto di mandato e poi lo analizzeremo in dettaglio", ha aggiunto il ministro polacco.

[23-07-2007]

 
Lascia il tuo commento