Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Evasione fiscale

operazione di controllo della Gdf

Oltre 8517 esercizi commerciali sono stati controllati e di questi 3485, il 40,9%, sono risultati irregolari. Si è conclusa questa mattina l'operazione delle guardia di finanza contro l'evasione fiscale e il lavoro sommerso nei primi sei mesi dell'anno. Tra le attività controllate, i ristoranti e le pizzerie hanno fatto registrare irregolarità per il 26%, gli ambulanti di alimentari e bevande per il 20%, i bar e caffè per il 18%, gli ambulanti di tessuti e abbigliamento per il 15%, mentre gli alimentari si sono attestati intorno al 11%; il restante 10% delle violazioni sono state consumate da alcune altre categorie economiche quali call center, articoli da regalo, cartolerie, casalinghi, lavanderie, fotografi, pasticcerie, panifici, profumerie tabacchi fino agli alberghi.

Le operazioni della guardia di finanza sono state organizzate e condotte nell'ottica di non limitare l'azione di controllo al solo aspetto fiscale, ma si è estesa sul versante del "lavoro nero", con esiti che hanno riguardato anche l'immigrazione
clandestina. È così emerso che una parte degli esercizi controllati sfruttavano manodopera irregolarmente assunta, per un totale di 1825 dipendenti, di cui 1546 irregolari (risultavano impiegati a tempo pieno anziché parziale, come previsto nel contratto) e 279 in nero.

[23-07-2007]

 
Lascia il tuo commento