Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Campidoglio - Municipi

si riunisce la consulta

Due facce della stessa medaglia, quella di Roma capitale, una città completamente rinnovata nell’ultimo decennio ma sempre più impantanata nell’amministrazione dei suoi 19 municipi.

E così se da una parte dal 2001 ad oggi abbiamo visto realizzate molte grandi opere come l’Auditorium, il Tram 8, la Nuova Fiera ed ora anche lìapertura dei cantieri delle nuove linee della metropolitana, dall’altra i piccoli problemi, quelli della strada dissestata, della buca sotto casa o dell’albero non potato rimangono confinati all’interno dei municipi.

Una musica che va avanti da 7 anni, da quando cioè le ex circoscrizioni sono state trasformate in municipi con lo scopo di riuscire ad amministrare meglio una città con l’estensione territoriale più grande d’Europa.

Il problema vero però sono i soldi. I minisindaci non ne hanno ed accogliere le denunce dei cittadini è stata finora l’unica cosa possibile da fare ma in concreto.

Arrabbiati i cittadini e questa volta anche i minisindaci, finalmente questa mattina alle 10.30 si è riunita la consulta dei municipi in Campidoglio. Una consulta attesa da oltre 6 anni che per la prima volta mette di fronte comune e presidenti determinati a chiedere soldi e maggiore autonomia.

Due gli assenti dichiarati: uno è il parlamentino del 20esimo municipio Massimiliano Fasoli dell’Udc secondo il quale la consulta di domani sarà del tutto inutile.

È importante invece per il presidente del 3, Orlando Corsetti che però è all’estero e domani sarà assente giustificato.
Fiduciosi e pessimisti a parte, si fa sentire l’assessore comunale al personale Lucio D’ubaldo duramente contestato da molti minisindaci. D’Ubaldo ha anticipato che proporra’ un dirigente scolastico in più in ogni municipio ma solo nel settore scolastico.

[09-07-2007]

 
Lascia il tuo commento