Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Allarme terrorismo

massima allerta a Fiumicino

Sorvegliato il perimetro esterno e raddoppiato il numero di autovetture delle forze dell’ordine che controllano le strade di accesso. Continua la massima allerta all’Areoporto Leonardo da Vinci dopo i fatti da Glasgow e Londra.

Non solo. Posti di blocco lungo la Roma-Fiumicino, agli svincoli per le aree sosta, ai varchi doganali, lungo il perimetro da maccarese a coccia di morto.

In seguito al mancato attentato all’aeroporto di Glasgow e alla scoperta a Londra di due autobomba pronte a esplodere, negli scali romani, l’attenzione e’ alta. Nessun innalzamento del livello dall’allarme, però, che, per quanto riguarda "l’isola F" alle partenze internazionali del terminal C di Fiumicino, è attiva sin dal 2001, dopo l'attentato alle torri gemelle di New York.

Insert stund ed e proprio qui al terminal c che vedete alle mie spalle che i controlli sono maggiori. Da qui infatti partono i voli diretti verso gli Stati uniti, Gran Bretagna e Israele.

In questa zona è previsto l'impiego di tiratori scelti con armi a puntamenti laser disposti sulle terrazze e unità cinofile addestrate al rinvenimento di esplosivi nell'area passeggeri, esterna e d interna con particolare attenzione alle auto in sosta
A tutto ciò si aggiunge un controllo di video-sorveglianza con telecamere a circuito chiuso, attivo 24 ore su 24, collegato alla sala operativa della Polaria. Il vero pericolo secondo gli esperti non riguarderebbe però gli areoporti ma gli obiettivi sensibili meno controllati come le stazioni ferroviarie e gli scali delle metropolitana

[02-07-2007]

 
Lascia il tuo commento