Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Veltroni parla al paese

''Abbiamo il dovere di consegnare ai giovani un'Italia giusta e moderna''

Veltroni durante il suo discorso a Torino

Veltroni e il Partito Democratico, ormai il matrimonio è fatto. In un'ora e mezza di discorso a Torino, l'attuale sindaco di Roma e probabile futuro leader del paese, ha parlato del Pd come di un partito nuovo, riformista e in grado di apportare cambiamenti radicali all'Italia.

Nel suo lungo discorso, durato un'ora e mezza, Veltroni ha evidenziato i problemi del paese, proponendo una politica incentrata sulla lotta alla precarietà e con una riforma fiscale e la lotta all'evasione.

Nel discorso di Torino "Attorno al mio nome si è registrato un consenso molto ampio, in primo luogo è un segno della generosità altrui ma anche il riconoscimento per la mia coerenza verso l'Ulivo in questi anni. Per me è un grande onore e una responsabilità".

Il centrosinistra sceglierà "con le primarie il candidato premier perché Prodi ha annunciato che lascerà nel 2011". Così Veltroni, che aggiunge che l'appuntamento del 14 ottobre dovrà garantire che l'assemblea sia rappresentata "da metà di donne", da tanti giovani, in cui ognuno di noi entrerà "con la propria storia e la propria identità anche sul tema dell'appartenenza internazionale".

Il sindaco di Roma ha sottolineato l'esigenza di dover cambiare la legge elettorale :"Da noi tutto è frammentazione e la legge elettorale attuale ha favorito l'ingovernabilità. Ma la democrazia è decisione, certo è ascolto e ascolto ma alla fine è decisione, bisogna cambiarla questa legge elettorale". Alla fine ha concluso citando le parole contenute in una lettera scritta da una ragazza di 15 anni, romana, Giulia Songini, scomparsa prematuramente. La ragazza avrebbe dovuto partecipare a un viaggio in Malawi. Veltroni cita la lettera, "scritta ai genitori per Natale", in cui la ragazza fa al padre a alla madre "un regalo spiazzante": un'adozione a distanza. Poi, il sindaco di Roma conclude: "Eccoli i nuovi italiani: sono così. A loro - dice - abbiamo il dovere di consegnare un'Italia giusta e moderna".

Il testo integrale del discorso (repubblica.it)

Il video 

 
TAG: pd
 

[27-06-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE