Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Blitz anti-pedofilia

gli agenti si infiltrano online

Per mesi gli uomini della polizia postale si sono finti pedofili. Con questo stratagemma sono riusciti a intrufolarsi in diversi siti internet e a contattare centinaia di utenti. Così hanno scoperto un vero e proprio mercato fatto di filmati e foto che venivano scambiati on line.

L’operazione, denominata Taras take over, è tuttora in corso e ha impegnato un centinaio di agenti, coordinati dal pm veneziano zorzi, in dieci regioni italiane, tra le quali anche il Lazio.

Il blitz ha consentito l’arresto di diverse persone colte in flagranza di reato mentre un’altra ventina sono state denunciate. Tra loro, secondo le prime informazioni, ci sarebbero anche uomini appartenenti alle forze dell’ordine.

Fino ad ora grazie all’operazione sono state sequestrate decine di computer e centinaia di supporti informatici oltre a materiale di pornografia minorile, tra cui filmati agghiaccianti che hanno come protagonisti anche piccoli di pochi mesi.
Il colpo, che è stato messo a segno dalla polizia postale, arriva proprio alla vigilia di quello che alcuni scellerati avrebbero scelto come il giorno dell’orgoglio pedofilo. A scoprire e a denunciare questo tam tam su internet era stata l’associazione di don fortunato di noto che da tempo si batte contro il fenomeno delle violenze sui minori.

Domani intanto, davanti a montecitorio, si svolgerà la manifestazione dei genitori di Rignano Flaminio cper chiedere al governo l’istituzione di un garante per l’infanzia e una superprocura contro la pedofilia. Al tramonto infine il colosseo verrà illuminato per ricordare tutti i piccoli vittime di abusi da parte degli adulti.

 
 

[22-06-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE