Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

Il festival in dirittura d'arrivo ospita James Franco

Venerd́ 14

di Rosario Sparti

Il festival si prepara a chiudere i battenti con la cerimonia di premiazione di domani ma ha ancora qualche fuoco d'artificio da sparare. Uno su tutti, James Franco. Il popolare attore americano, noto per i suoi ruoli in SPIDER MAN, 127  ORE e protagonista dell'atteso IL GRANDE E POTENTE OZ a breve nelle nostre sale, domani sarà presente per ben tre eventi che lo riguardano. Alle ore 17 ci sarà un incontro al Teatro Studio con lui e il video artista Douglas Gordon, qui presente come presidente di giuria della sezione CinemaXXI, che darà la possibilità di conoscere le sfaccettature più autoriali dell'attore. La sua propensione nello sconfinare in altri ruoli emergerà prepotentemente in DREAM, cortometraggio da lui diretto, che sarà presentato alle 22 in apertura del lungometraggio TAR, opera di vari registi, dove figura in veste d'attore insieme a illustri colleghi come Mila Kunis, Zach Braff e Jessica Chastain. Credo risulti evidente come la poliedricità di James Franco sia estremamente interessante e inusuale per il panorama consueto legata al mondo degli attori, un motivo in più per osservare allo stesso tempo una delle star più note del jet set mondiale cinematografico e un regista da tenere sott'occhio.

In concorso ETERNO RITORNO:PROVINi, il nuovo film di Kira Muratova, regista ucraina nota per film ai confini dello sperimentale come quel SINDROME ASTENICA che le diede l'Orso d'argento al Festival di Berlino. Il film è un gioco ironico di scatole cinesi che omaggia la recitazione, allo spettatore il compito non da poco di trovare il bandolo della matassa. Assistendo a una serie di provini che mettono in scena sempre la stessa scena, man mano con piccole variazioni e scambi di ruolo spassosi tra gli attori, lo spettatore, può assistere a un florilegio di prove interpretative degne di nota ma che richiedono uno sforzo d'attenzione per entrare nel meccanismo narrativo dell'opera.

Per il concorso arriva dall'America l'ultimo film in gara, THE MOTEL LIFE, dei registi esordienti - ma con un ricco passato come produttori indipendenti alle spalle - e fratelli Gabriel e Alan Polsky. Una storia secca, dura, dove si celebra il sentimento di vicinanza tra fratelli tra speranze e dolori, raccontato in un film on the road con echi kerouachiani. Nel cast sono presenti volti noti al pubblico come Emile Hirsch, presente nelle nostre ora in VENUTO AL MONDO di Castellitto, Dakota Fanning, Stephen Dorff e il musicista Kris Kristofferson.

Dall'Italia in replica il lavoro di Alina Marazzi, TUTTO PARLA DI TE, con una stupenda come sempre Charlotte Rampling, che figura nella sezione "Cinemaxxi". In prima visione il divertente documentario PINUCCIO LOVERO - YES I CAN del regista pugliese Pippo Mezzapesa, che recupera il protagonista di un suo precedente lavoro per seguirlo nella sua nuova avventura che mescola intrattenimento e politica. Da non perdere l'incontro gratuito, per la sezione "Alice nelle città", con il regista Daniele Vicari che ci parlerà del suo ultimo lavoro, LA NAVE DOLCE.

Infine due piccole perle curiose: LA BANDE DES JOTAS, il nuovo lavoro della disegnatrice Marjane Satrapi, noto per la sua graphic novel PERSEPOLIS, che figura qui sia in veste di regista-sceneggiatrice che di attrice per la prima volta, e, IL VIAGGIO DELLA SIGNORINA VILA, operaindefinibile di Elisabetta Sgarbi che vede la partecipazione del musicista Franco Battiato che sarà presente all'auditorium.

Speriamo il festival, finora avaro di film pregevoli, regali qualche colpo di coda in attesa di conoscere i premiati che presenziereanno domani, sabato 17, alla cerimonia di premiazione alle ore 19 in sala Sinopoli. Nella stessa giornata si potranno vedere l'atteso debutto alla regia di Alessandro Gassman, quel RAZZA BASTARDA interpretato dallo stesso regista insieme a Manrico Gammarota e altri, e il documentario GIUSEPPE TORNATORE: OGNI FILM UN'OPERA PRIMA dove amici e colleghi raccontano la storia personale del regista siciliano premio Oscar.



[16-11-2012]

 
Lascia il tuo commento