Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ardea, blitz antidroga dei Carabinieri

23 arresti, 24 chili di droga sequestrati

Sette palazzine a due passi dal mare di Ardea, un complesso residenziale conosciuto come ‘Le Salzare’ sorto abusivamente negli anni ’90: è quiche decine di chili di stupefacente venivano stoccate e spacciate tra Anzio e Roma.
I carabinieri hanno fatto scattare il blitz all’alba, dopo indagini durate un anno e mezzo: coinvolti circa 200 militari, coadiuvati da unità cinofile e un elicottero. Sono 23 le persone arrestate, tutti italiani e marocchini irregolari. 24 i chili di stupefacente sequestrati e 29 le perquisizioni domiciliari.

L’organizzazione aveva il proprio quartier generale nel complesso residenziale delle Salzare, ad Ardea: un bazar della droga, come l’hanno definito i militari dell’arma. Le palazzine del complesso –abitate per lo più da immigrati irregolari –  erano sorvegliate da vedette ogni cinquanta metri: si trattava dei familiari dei marocchini che gestivano lo spaccio: mogli e fratelli, anche appena diciottenni. Lo stupefacente proveniva dal Marocco e dalla Spagna e veniva stoccato nelle palazzine con delle presse idrauliche. I marocchini si occupavano di spacciavare sul litorale, tra Torvaianica ed Anzio, mentre gli italiani si rifornivano lì per rivendere la droga ai castelli romani.

Ed è questa la novità che emerge dalle indagini: fino a oggi si riteneva che la droga spacciata sulla ‘piazza’ dei castelli provenisse solo dai quartieri sud della capitale – Tuscolano e Romanina in testa; il blitz di stamattina dimostra invece l’esistenza di un secondo canale con base nel territorio di Ardea. Canale che, con l’operazione di stamattina, i militari contano di aver bloccato.


[13-11-2012]

 
Lascia il tuo commento