Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestato Maruccio, avrebbe rubato al partito 800.000 euro

venerdý l'interrogatorio di garanzia. "Maruccio era schiavo del videopoker"

I finanzieri hanno arrestato l'ex capogruppo dell'Italia dei Valori in Regione Lazio Vincenzo Maruccio. Il politico è accusato di peculato e di aver preso dalle casse del partito (soldi dei rimborsi elettorali) circa 800.000 euro. L'arresto è stato eseguito dai finanzieri a seguito dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Flavia Costantini poiché è concreto "il pericolo di inquinare delle prove". Maruccio, secondo i pm, si sarebbe appropriato di soldi del partito, derivanti da rimborsi elettorali. Poi il denaro sarebbe stato distribuito in una decina di conti correnti che poi sono stati svuotati. Secondo la Finanza Maruccio aveva un continuo bisogno di contanti perché era "schiavo del videopoker". Secondo il quotidiano Leggo gli uomini del Nucleo di Polizia valutaria hanno rinvenuto una serie di assegni i cui beneficiari sono gestori di sale gioco e bar a Roma, tutti locali con slot-machine. Gli assegni ammonterebbero ad un totale di circa 50.000 euro.

La difesa - "Vincenzo Maruccio si è dimesso da tutti gli incarichi e si è presentato spontaneamente agli inquirenti nelle settimane scorse. Ha pure offerto la massima collaborazione e, malgrado ciè, oggi sono arrivati i suoi arresti". Ha detto l'avvocato Luca Petrucci, difensore dell'ex capogruppo dell'Idv alla Regione Lazio. "La custodia cautelare - ha osservato il penalista - dovrebbe essere l'extrema ratio, ma in questo modo appare come uno strumento di pressione sull'indagato".

Venerdì mattina alle 12 si svolgerà, nel carcere romano di Regina Coeli, l'interrogatorio di garanzia di Maruccio. Ad interrogarlo sarà il gip Flavia Costantini che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare.

[13-11-2012]

 
Lascia il tuo commento