Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Rifiuti, botta e risposta Alemanno - Zingaretti

il sindaco: "La colpa è di Zingaretti". Il Presidente della Provincia: "Abbiamo inviato la documentazione a giugno"

La situazione di stallo sul futuro dei rifiuti nella nostra regione sta ormai diventando, in un periodo pre elezioni, un tema sempre più caro alla politica locale; ecco l’ultimo botta e risposta tra Campidoglio e Palazzo Valentini. Alemanno ha accusato la Provincia di Roma ed il suo presidente di essere la principale causa della situazione d’emergenza nel Lazio: “Stiamo rischiando davvero” ha detto Alemanno durante la manifestazione, al teatro Brancaccio, in cui ha rilanciato la sua candidatura al Campidoglio.

Secondo il sindaco la colpa è della Provincia di Roma perché non c'è la volontà di indicare una discarica definitiva per la città. “Da mesi –ha detto alemanno- Zingaretti non ci fornisce una risposta”. “Se sarà necessario andremo a protestare sotto Palazzo Valentini”, ha concluso il sindaco. Non si è fatta attendere la risposta di Nicola Zingaretti che ha precisato come –in realtà- le mappe dei siti idonei ad ospitare una discarica siano state inviate in Campidoglio parecchi mesi fa.

"Le mappe delle aree idonee per la collocazione delle discariche sulle quali i Comuni devono decidere -ha detto Zingaretti- pur avendo ricevuto il piano rifiuti della Regione nel mese di marzo, noi le abbiamo inviate nel mese di giugno. Probabilmente al Comune se le sono perse". ''Ho letto le parole del sindaco che denotano un certo nervosismo. Chi ha responsabilità pubbliche non dovrebbe mai farsi prendere dall'emotività. Penso che sia l'ennesima conferma che il sindaco è il campione italiano dello scaricabarile''. Ha detto il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ha risposto alle accuse lanciategli ieri dal sindaco Gianni Alemanno sulla questione rifiuti. ''In cinque anni di problemi irrisolti - ha aggiunto - per non assumersi responsabilità, se l'è presa praticamente con tutti: una volta i suoi predecessori, una volta il Governo, una volta la questura, una volta la prefettura, una volta la Protezione civile, un'altra volta i cittadini romani che bevono per strada, un'altra volta i cittadini romani che fanno tardi la sera e oggi con la Provincia per nascondere in maniera triste una gestione fallimentare della politica dei rifiuti della capitale''.

[12-11-2012]

 
Lascia il tuo commento