Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

Seconda giornata all'insegna della romanità

incontro con Carlo Verdone per la presentazione del documentario CARLO!

di Rosario Sparti e Vincenzo Samà

Entra nel vivo il festival internazionale del film di Roma, con una seconda giornata all'insegna della romanità. A catalizzare l'attenzione del pubblico della capitale è la presentazione del documentario CARLO!, diretto da Fabio Ferzetti e Gianfranco Gianni, dedicato alla figura del popolare attore romano Carlo Verdone. Un ritratto sincero, vivido, ricco di momenti privati e concessioni emotive da parte del regista-attore che ripercorre la sua carriera tra momenti di riflessione e umorismo. Una vita che scorre intrecciata a doppio filo alla città di Roma, luogo evocato con dorata nostalgia per la città che fu e che è stata luogo di famiglia, set per i suoi film e calderone dove attingere per la creazione di personaggi e storie. Un Verdone che ci parla a cuore aperto e che ci invita a tenere sempre sotto controllo nelle sue scelte, ancora più imprevedibili dopo la recente partecipazione al prossimo film di Sorrentino.

INCONTRO CON CARLO VERDONE



All'interno della sezione "Prospettive Italia" è stato presentato un film a sorpresa, BENUR. Diretto da Massimo Andrei e interpretato dagli attori Nicola Pistoia, Paolo Triestino, Elisabetta De Vito, si tratta di una commedia tratta dall'omonima piece teatrale. Si tratta della storia di uno stuntman disoccupato che si presta a fare il centurione romano al Colosseo, adattandosi a fare l'attrazione per turisti.  Da segnalare è stata la presenza sul red carpet d'una nutrita schiera di centurioni romani apparsi su una biga, si trattava di appassionati appartenenti al Gruppo Storico Romano; una associazione culturale che riunisce appasionati della romanità che ogni anno celebrano il Natale di Roma e che, con grande rispetto della filologia, si divertono a rimettere in scena i fasti dell'esercito romano indossando elmi e scudi.

SFILATA DEL GRUPPO STORICO ROMANO, RED CARPET BENUR



Sempre romana è la regista di LA SCOPERTA DELL'ALBA, nuovo film di Susanna Nicchiarelli. Adattamento del romanzo di Walter Veltroni e opera seconda che conferma le abilità della regista, seppur in maniera meno entusiastica rispetto al suo esordiO, COSMONAUTA. Ambientato a Ostia invece è ALI' HA GLI OCCHI AZZURRI, di nuovo una opera seconda stavolta a firma di Claudio Giovannesi. Traendo spunto da ambientazione e storia del suo precedente documentario FRATELLI D'ITALIA, il regista racconta con una tensione che non cade mai e un bello sguardo naturalistico la realtà di una periferia dello spirito e dei luoghi. Guardando, in maniera sapiente e originale, alle seconde generazioni degli immigrati in Italia, il film ne racconta i desideri, le aspirazioni e le contraddizioni facendole entrare in conflitto con la realtà della quotidianità dell'Italia di oggi.

[10-11-2012]

 
Lascia il tuo commento