Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Assalto portavalori a Morena, quattro arresti

una gurdia giurata faceva da basista, altri tre arresti

Hanno impiegato sei mesi gli uomini della Squadra mobile, guidati da Renato Cortese, per scoprire gli autori della rapina dello scorso 4 giugno a Morena. "Si tratta di una storia di criminalità diffusa nel territorio che ci fa piacere raccontare anche per dare un messaggio di tranquillità alla cittadinanza". Ha spiegato il capo della squadra mobile Cortese per illustrare i dettagli dell'operazione "Talpa".

L'assalto al furgone portavalori dell'istituto di vigilanza privata "Delta Valori" risale allo scorso 4 giugno. I banditi passano all'azione mentre le guardie giurate effettuano il versamento di 210mila euro all'agenzia Unicredit in largo Alessandria del Carretto, all'angolo di via di Casal Morena. Le guardie giurate vengono assalite da tre banditi armati di pistola (VIDEO). I tre dopo aver disarmato le due guardie giurate riescono ad impossessarsi solo di una parte del carico, 70mila euro. Il conducente del furgone cerca di interrompere la fuga dei rapinatori e li sperona mentre scappano a bordo di due motorini. I rapinatori non si danno per vinti, si impossessano di un'autovettura minacciando il conducente con una pistola. Il guidatore del portavalori anche in questo caso li sperona. La fuga riusce al terzo tentativo, quando i tre costringono un'automobilista alla consegna dell'auto. La vettura viene trovata due giorni dopo nei pressi dell'abitazione di uno dei ladri, a Guidonia Montecelio. L'uomo è un 52enne già noto alla forze dell'ordine come rapinatore ma anche pregiudicato come trafficante di sostanze stupefacenti.

L'ASSALTO RIPRESO DALLE TELECAMERE A CIRCUITO CHIUSO


Indagando la polizia scopre le responsabilità di una delle guardie giurate, una talpa, che stava scaricando i plichi quel 4 giugno. Indagando sulle persone legate a questi due soggetti gli investigatori individuano una coppia (entrambi di 39 anni) dedita al traffico di sostanze stupefacenti. La Procura ha quindi emesso un provvedimento restrittivo anche nei loro confronti. La donna, che avrebbe partecipato alla rapina ai danni del furgone portavalori effettuando dei veri e propri sopralluoghi, è formalmente indagata anche per la rapina. In contatto con la guardia giurata finita in manette è risultato essere anche un suo collega della Security Service. Nel corso di perquisizioni domiciliari gli sono stati trovati una casacca dei carabinieri, un lampeggiante, palette della polizia. Sono in corso indagini della squadra mobile per individuare gli altri complici del blitz.

[06-11-2012]

 
Lascia il tuo commento