Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Assemblea generale Interpol, Monte Mario blindato

a Roma si riuniscono poliziotti e ministri da tutto il mondo

117 Ministri dell’Interno, 170 delegazioni da tutto il mondo per discutere di criminalità informatica, pirateria e mafie. E’ l’81esima Assemblea Generale dell’Interpol che, per la prima volta, si tiene a Roma e che per quattro giorni, fino a giovedì, terrà quasi in ostaggio l’intero quartiere di Monte Mario con chiusure di strade, divieto di parcheggiare e zone off limits intorno a via Cadlolo. Le proteste dei residenti che lamentano il blocco del traffico intorno a piazzale Clodio e nella zona della Balduina sono però mitigate dall’importanza degli incontri. Fra gli argomenti trattati il tema dell’immigrazione clandestina e la criminalità informatica legata al terrorismo, la pirateria marittima e la lotta alle mafie.

''La cooperazione internazionale di sicurezza èindispensabile per contrastare la criminalità. - ha detto il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri-.''La lotta degli Stati contro la criminalità - ha spiegato Cancellieri - è complicata da un'asimmetria ben nota: gli Stati sono limitati da giurisdizioni nazionali, i criminali no e questa, nell'attuale contesto di intensa globalizzazione, non è una differenza di poco conto, giacché la criminalità è abilissima a diffondersi al di là dei confini nazionali e ad individuare, ovunque si presentino, opportunità di business e nuove tattiche per sfuggire all'azione delle forze di polizia''.

Secondo il ministro Cancellieri la cooperazione internazionale tra le forze di polizia è fondamentale per il contrasto alla criminalità organizzata, così come lo scambio di informazioni in tempo reale. Da qui il ruolo chiave dell’Interpol in un’era in cui il crimine abbatte le distanze e comunica anche tramite le nuove tecnologie.

Ogni anno 500 mila persone nel mondo muoiono per atti di violenza e solo una morte su 10 avviene su luoghi di conflitto, mentre 9 su 10 avvengono per terrorismo ed atti di crimine. Il dato è stato diffuso da Ronald K. Noble, segretario generale dell'Interpol, che ha aperto i lavori. Martedì continueranno gli incontri, le conferenze ed i dibattiti tra i capi delle polizie aderenti all’Interpol. All'Hotel Roma Cavalieri di via Cadlolo si continuerà a discutere dei fenomeni criminali e delle nuove strategie per affrontarli a livello nazionale ed internazionale.

[05-11-2012]

 
Lascia il tuo commento