Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mistero ad Anguillara, trovato corpo di 16enne sulle rive del lago

disposta l'autopsia. Il decesso risalirebbe alle quattro o cinque del mattino

E' ancora avvolto di mistero il ritrovamento del corpo di una ragazzina di 16anni trovato riverso sulle rive del lungolago di Vigna di Valle ad Anguillara Sabazia (lago di Bracciano), a nord di Roma. "La ragazza era a poca distanza dall'acqua, sulla spiaggia. Sul corpo c'era anche della sabbia", racconta Francesco Guidi, comandante della polizia municipale di Anguillara Sabazia, tra i primi ad accorrere sul luogo del ritrovamento della giovane. Il cadavere della ragazza, con la testa semi sommersa dall'acqua, è stato notato da un passante che ha dato l'allarme ai carabinieri della compagnia di Bracciano. Sul corpo non ci sarebbero evidenti segni di violenza, o ferite che avrebbero potuto causare la morte. I carabinieri stanno interrogando il fidanzatino della 16enne; si sta cercando di ricostruire le ultime ore della ragazza. I militari stanno verificando se la giovane, che è di Anguillara, abbia partecipato con amici ad una festa di Halloween, organizzata in uno dei locali nelle vicinanze del ritrovamento del corpo. I genitori della ragazza avevano denunciato la scomparsa questa mattina dopo non averla vista rientrare a casa. Pare che la giovane fosse uscita con alcuni amici per poi recarsi sul litorale lacustre nella zona di Villa di Valle.

"Sono stati immediatamente avvisati i genitori -continua a raccontare Guidi, il comandante della polizia municipale di zona- è stato effettuato il riconoscimento della salma. Per il momento non è stato possibile appurare se il decesso sia stato provocato da cause naturali o da qualche altro motivo", aggiunge.

La 16enne viene descritta come una ragazza allegra e positiva dai conoscenti e dagli amici accorsi sul luogo del ritrovamento. "Non posso credere che sia accaduta una cosa del genere, non si può accettare una morte del genere", commenta commosso un ragazzo.

Ipotesi incidente - L'ipotesi più accreditata al momento è quella dell'incidente. La giovane sarebbe caduta da un piccolo dirupo causandosi delle ferite ad un braccio, e poi finendo poi nelle acque del lago di Bracciano. ''Ma finché non avremo i risultati dell'autopsia - dicono gli investigatori - non possiamo escludere anche altre ipotesi''.

Disposta autopsia -  L'autopsia, disposta dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, sarà effettuata nell'Istituto di medicina legale de La Sapienza. La ragazza, stando ai primi accertamenti, sarebbe morta tre-quattro ore prima del ritrovamento. Il decesso risalirebbe quindi intorno alle quattro o le cinque del mattino.
 
 

[01-11-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE