Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

La nuova truffa bancomat del cash trapping, tre arresti

contanti bloccati da una forcella, il metodo ripreso dalle telecamere

Due ragazzi si avvicinano ad uno sportello bancomat di via Francesco Grimaldi, in zona Marconi. Sembra vogliano prelevare del denaro. Lo fanno. Peccato che quei soldi sono di qualcun altro. La coppia di malviventi – arrestata in flagrante dai carabinieri della stazione Porta Portese, insieme ad un terzo complice – stava applicando il “Cash trapping” (soldi in trappola), metodo truffaldino inedito a Roma e  geniale nella semplicità: i ladri inserivano una forcella metallica nello sportello di fuoriuscita delle banconote, poi si allontanavano di poco. Quando il malcapitato di turno utlizzava la propria carta per ritirare le banconote, queste rimanevano incastrate all’interno del vano, che inevitabilmente restava chiuso, bloccato dal marchingegno.



L’ignaro risparmiatore si trovava comunque davanti all’avviso di “importo erogato” ma, pensando a un malfunzionamento, solitamente andava via. Il tempo di voltare l’angolo, ed ecco ricomparire i truffatori, che rimuovevano forcella e denaro. In tre, tra i 27 ed i 33 anni di nazionalità romena, sono stati sorpresi da una pattuglia mentre armeggiavano davanti al dispositivo: stavano per portare via il cosiddetto incasso di giornata: ben 1.400 euro. Finiti in manette con l’accusa di furto aggravato in concorso sono risultati responsabili di una truffa analoga, compiuta la settimana scorsa in un postamat di via Stefano Jacini a Collina Fleming. I tre saranno processati con rito direttissimo per furto aggravato in concorso.

[31-10-2012]

 
Lascia il tuo commento