Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

No Monti day, la città si prepara. Grande spiegamento di forze di polizia

per evitare un altro "15 ottobre" i manifestanti organizzano servizi d'ordine interni

Sono già partite le prime misure di sicurezza in vista del corteo del “No monti Day”. Piazza della Repubblica, via Cavour, piazza dell’Esquilino, via Liberiana, piazza Santa Maria Maggiore, via Merulana, viale Manzoni e piazza San Giovanni sono già state bonificate in attesa del passaggio dei manifestanti. L’Ama si occupa della rimozione di tutti i contenitori dei rifiuti solidi urbani, come cassonetti o cestini, lungo il percorso e nelle due piazza di partenza ed arrivo del corteo. Tutte le strade interessate dal passaggio della manifestazione saranno chiaramente chiuse al traffico. In tutto sono una trentina le linee di bus che verranno deviate. Fino alle 14 circa saranno chiusi anche gli accessi alle stazioni della metro A Manzoni e San Giovanni.

Il “serpentone” che sfilerà contro le politiche del governo Monti partirà da piazza della Repubblica per arrivare nel tardo pomeriggio in piazza San Giovanni. Alla protesta si aggiungeranno anche gli studenti che confluiranno al corteo principale partendo da piazzale Aldo Moro. La Questura ha predisposto un grande spiegamento di forze di polizia, anche se i manifestanti provano ad organizzarsi da soli. Piero Bernocchi dei Cobas ha assicurato che ci sarà un servizio di tutela dei manifestanti di 300 uomini con le pettorine che garantiranno la sicurezza. Anche gli studenti universitari annunciano di aver organizzato un servizio d’ordine interno per evitare un “altro 15 ottobre”.
 
 

[26-10-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE