Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Brutta Lazio, match point sprecato

Biancocelesti in vantaggio ad Atene grazie all'incredibile autogoal di Seitaridis. Poi tanti errori, poca decisione e il meritato pareggio del Pana con Toché al 90'. Lazio ancora prima nel girone J.

Una Lazio ingenua e sottotono si fa raggiungere a tempo scaduto dal Panathinaikos, lasciando ancora aperti i giochi per la qualificazione nel girone J. I greci, in crisi nerissima, ce l'hanno messa tutta per spianare la strada agli uomini di Petkovic, crollati alla distanza dopo una prima mezz'ora tutto sommato convincente.

LA PARTITA - Rientra il caso Klose ma il tedesco non si siede neanche in panchina, al suo posto Floccari. Fiducia a Cavanda sulla sinistra, Ciani al fianco di Dias, ancora Bizzarri in porta. Candreva riparte dalla sua specialità: bolide da fuori, Karnezis non è Amelia e devia in bello stile. Mauri strozza il destro e la Lazio, pur muovendosi bene, non è incisiva. Dias al 19' colpisce il palo di testa su angolo, poi i greci si fanno vedere con Sissoko ed è proprio il brasiliano a salvare sulla linea. Konko e Cavanda sono in affanno e non trovano le misure in marcatura. Al 26' il Pana però si suicida: Karnezis si allontana dallo specchio della porta e serve Seitaridis, il terzino stoppa il pallone e cerca un retropassaggio pericolosissimo, i due centrali di difesa sono disattenti, la porta è sguarnita e la frittata è fatta: 1 a 0 per gli ospiti che gioiscono del regalo e iniziano, peccato mortale, a gestire il match senza affondare. 

Esce Mauri ed entra Zarate, che di testa prova subito ad impensierire Karnezis senza successo. Konko si fa più intraprendente e serve Candreva, contro-cross per Floccari che si vede deviare in angolo la volée da un difensore. Al 71' Hernanes è egoista e prova la conclusione da posizione defilata, Karnezis è attento. I greci prendono fiducia, Cavanda regala punizioni, Zarate e Candreva scompaiono, Ledesma è in riserva. Entrano Onazi e Cana per la Lazio, Mavrias, Owusu-Abeyie e Toché per il Panathinaikos. L'ariete spagnolo impegna Bizzarri all'80', l'argentino si supera in uscita. La Lazio non riparte e difende malissimo: ennesima angolo da destra e stavolta Toché sfrutta il buco di Floccari e Konko per freddare Bizzarri e portare il risultato in parità. Negli ultimi cinque minuti di recupero c'è tempo per una conclusione volante di Cana che finisce alta.

Petkovic chiama, la Lazio non risponde. Brutta prova dei biancocelesti, soprattutto per quel che riguarda le cosiddette seconde linee, piuttosto deludenti. Cavanda continua nell'involuzione e ormai il ritorno di Radu diventa una necessità. Zarate è fuori da ogni schema, inadeguato in fase difensiva, irriconoscibile in fase offensiva. Ciani va avanti a piccolissimi passi, Floccari non è Klose, e questo si sa, ma a tratti non è neanche Floccari, e questo, alla lunga, può diventare un problema. Cana e Onazi erano chiamati a dare supporto allo stremato Ledesma, ma hanno creato solo caos. Petkovic deve, per forza di cose, far rifiatare i titolari, ma la differenza con i sostituti è ancora troppa. Bastava veramente poco per portare a casa il risultato contro una squadra allo sbando come quella greca e, nonostante la classifica del girone veda ancora la Lazio in testa, il pareggio contro il Panathinaikos lascia aperti i giochi per tutte e quattro le compagini, rendendo decisivo per il passaggio del turno il ritorno all'Olimpico, appena prima del derby di campionato. Un'occasione persa, insomma, per far rifiatare l'undici titolare in vista della stracittadina. La sveglia dovrà suonare, e presto, per le seconde linee che, se risulteranno inadeguate, potrebbero muoversi già nel mercato di Gennaio. Ma questa è un'altra storia, domenica torna il campionato e c'è la Fiorentina, squadra temibile e in buona forma. L'occasione giusta per dimenticare la noiosa e beffarda serata ateniese.

Valerio Lazzari 

L'incredibile autogoal di Seitaridis, del Panathinaikos




PANATHINAIKOS-LAZIO 1-1 (0-1)

Rete: 25' aut. Seitaridis (P); 90' Tochè (P)

Panathinaikos (4-2-3-1): Karnezis; Seitaridis, André Pinto, Velazquez, Spyropoulos; Ibrahim Sissoko (79' Mavrias), Vitolo; Zeca, Christodoulopoulos, Fourlanos (68' Owusu-Abeyie); Fornaroli (75' Tochè). 
In panchina: Kapino, Chouchoumis, Lagos, Marinos. All. Ferreira

Lazio (4-1-4-1): Bizzarri; Konko, Ciani, Dias, Cavanda; Ledesma; Candreva, Hernanes (79' Onazi), Gonzalez (85' Cana), Mauri (46'  Zarate); Floccari. 
In panchina: Scarfagna, Scaloni, Biava, Kozak. All. Petkovic

Arbitro: Carlos Clos Gomez (ESP)

Assistenti: Pau Cebrian Devis, Javier Rodriguez 
IV uomo: Roberto Diaz Perez de Palomar 
Assistenti aggiunti: Antonio Mateu Lahoz; Carlos Del Cerro Grande

Note: ammoniti Cana (L), Cavanda (L)

Recuperi: 1' p.t.; 5' s.t.



[26-10-2012]

 
Lascia il tuo commento