Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Le belve

di Oliver Stone. Con Aaron Johnson, Taylor Kitsch

di Svevo Moltrasio

Due giovanotti se la godono gestendo lo spaccio di marijuana che loro stessi coltivano in California. Tutto sembra andare per il meglio, anche in amore sebbene i due si dividano, o meglio condividano una sola ragazza. Poi pero' si mettono di traverso i messicani e le cose si complicano.

Oliver Stone torna al cinema in una pellicola scritta, tra gli altri, dallo stesso regista e da Don Winslow, autore del libro da cui è tratta. In un cast con giovani protagonisti, si segnalano alcuni comprimari d’eccezione come Benicio Del Toro e John Travolta. Il film non è piaciuto troppo alla critica americana e al botteghino si è assestato su incassi modesti.

Stone torna a districarsi tra droga, spaccio e rapimenti, saltellando tra la California e il Messico. La messa in scena è come prevedibile ricca di rallenti e panoramiche, sempre all’insegna di un abbondanza che coinvolge anche il montaggio. La vicenda, invece, non prevede grandi sorprese, tra giovani americani padroni dello spaccio di marijuana californiano, e il cartello messicano senza alcuno scrupolo.

Unica idea un curioso ménage à trois indissolubile, nonostante le pistole e le fumate. Il ritmo non manca, come nemmeno la violenza e quel tanto d’ironia ormai universalmente riconosciuta di tarantiniana matrice. Difficile però appassionarsi a questi ragazzotti come usciti da un concorso di bellezza americana. Poi quando ci si ritrova di fronte a due finali alternativi, avvicendati nella stessa scena, cadono un po’ le braccia. Soprattutto se l’uno è più insulso dell’altro.
 



votanti: 1
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - stone - johnson - kitsch
 

[24-10-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE