Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Vigamus: il museo del videogioco

mostra permanente in via Sabotino 4

Commodore 64, Atari, Nintendo, Game Boy: anche i videogiochi fanno ed hanno fatto cultura tanto da dedicare loro una mostra permanente. Nasce VIGAMUS, il Museo del Videogioco di Roma, dove gli appassionati potranno conoscere le origini di questa attività ludica, da molti definita "arte digitale". Sarà possibile approfondire le origini dei videogiochi fino agli anni '80: 63 pannelli illustrati in italiano e in inglese, pareti giganti dedicate ai cult del passato ed oltre 150 pezzi originali in esposizione tra console e giochi d'epoca faranno rivivere ai più nostalgici le emozioni della loro prima esperienza videoludica. Non mancherà un'area interattiva dove poter sperimentare la Storia del Videogioco con le proprie mani.

Un viaggio nel tempo, che porterà i gamer di tutte le età in un mondo nuovo e sensazionale. Con VIGAMUS sarà possibile scoprire i leggendari protagonisti, i bizzarri aneddoti e le incredibili avventure di quella che è l’invenzione più divertente e innovativa del 20° secolo. VIGAMUS è anche polo d’attrazione per gli studi e la preservazione del videogioco, rendendo disponibile un archivio consultabile a tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento, per studio o curiosità.

VIGAMUS, MOSTRA PERMANENTE DEL VIDEOGIOCO
VIA SABOTINO 4, quartiere Prati
Aperti ai visitatori tutti i giorni eccetto il lunedì, con orario continuato dalle 10:00 alle 20:00.

Gasperini - “Regaliamo alla città un nuovo spazio espositivo di 1000 mq - spiega l’assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico Dino Gasperini - con alcune produzioni che sono delle vere e proprie opere d’arte e di ingegno. E’ un luogo di cultura, con laboratori e spazi dedicati alla formazione e alla didattica per educare e accompagnare all’uso del videogioco".

[23-10-2012]

 
Lascia il tuo commento