Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio Salomone, chiesto l'ergastolo per Longo

la vittima, un pregiudicato, fu ucciso in un agguato il 4 giugno del 2009

Ergastolo: il pm Giuseppe De Falco ha chiesto il massimo della pena per il 53enne Massimo Longo, considerato il mandante dell'omicidio di uno degli ultimi boss della banda della Magliana. La vittima, Emidio Salomone, era un personaggio noto nell'ambiente della mala del litorale, nel suo curriculum traffico di stupefacenti, gioco clandestino e usura. L'agguato risale al 4 giugno del 2009 in via Cesare Maccari, davanti ad una sala giochi di Acilia: a oggi i due sicari in motocicletta non sono ancora stati identificati. Dopo oltre due anni di indagini i carabinieri del nucleo investigativo di Ostia avevano arrestato Longo, che si trovava ai domiciliari in una comunità di Salerno. Secondo la ricostruzione degli inquirenti Longo avrebbe assoldato i killer per vendicarsi del boss con cui da tempo aveva attriti sfociati in episodi di danneggiamenti e intimidazioni nei mesi precedenti l'assassinio.

Il procedimento a carico di Longo è stato condotto con rito abbreviato; l'imputazione, omicidio premeditato aggravato dal metodo mafioso in concorso con altre due persone, ha portato alla richiesta di ergastolo da parte dell'accusa: la sentenza arriverà il 30 novembre.

[17-10-2012]

 
Lascia il tuo commento