Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Virus della Guardia di Finanza

Come sconfiggere queste minacce mettendo al sicuro il vostro Pc

Recentemente sta dilagando in rete una nuova truffa informatica che, oltre a bloccare il pc della vittima, chiede una somma di denaro per risolvere il problema. Questo Virus viene “contratto” dal pc attraverso link o immagini presenti all’interno di una mail e blocca tutte le funzionalità del vostro computer.  

Una volta entrato in azione, il malware fa comparire una schermata del tutto simile al sito della Guardia di Finanza, ed un modulo dove si intima alla vittima di pagare una somma di denaro pari a 100€ per “sbloccare il Pc”.
Come sempre, in questi casi, non bisogna allarmarsi e prendere decisioni affrettate. Leggendo con attenzione la grammatica e le parole all’interno della schermata ci si rende subito conto che siamo di fronte ad una truffa.  E’ pur vero che il logo della Guardia di Finanza e le accuse di download illegale e pedo-pornografia incutono un certo timore, ma non bisogna farsi prendere dal panico.

COSA FARE ?
Il Nucleo Speciale Frodi Telematiche della Guardia di Finanza, diretto interessato, ha reso disponibile una procedura per eliminare questo virus alla radice.

  1. Riavviare il Pc in modalità provvisoria.  Appena accendete il computer premere più volte il tasto F8, vi comparirà una schermata per avviare il pc in “modalità provvisoria
  2. Una volta entrati nel Pc cliccate su START – > TUTTI I PROGRAMMI e clicchiamo sulla cartella “ Esecuzione Automatica”. Qui troveremo, tra i vari programmi che partono all’avvio di Windows, anche un file del tipo “WPBT0.dll” oppure un file con nome identificativo del tipo “0.[una serie di altri numeri].exe”
  3. Clicchiamo con il tasto destro del mouse sul file incriminato e dal menù a tendina clicchiamo su “elimina” per cancellarlo.
  4. Per una maggiore sicurezza svuotiamo il cestino per eliminare definitivamente il malware dal nostro sistema.
  5. A questo punto possiamo riavviare il nostro computer ripristinato in tutte le sue funzioni.

Se avete contratto una variante di questo malware "dura a morire" e non riuscite ad eliminarlo con la prodecura della GdF, allora procedete come segue:

  1. Avviate il Pc in “modalità provvisoria con Prompt di Rete”. Premete il tasto F8 non appena si avvia il pc e scegliete dalla schermata in bianco e nero la voce suddetta.
  2. Aprite il Browser e scaricate da questo link il programma Combofix, oppure come alternativa, il sotfware Malwarebytes Free da qui. Una volta installato uno dei due programmi avviate la scansione e attendete la fine dell'analisi.
  3. Se riavviando il vostro Computer notate che il virus entra ancora in azione, non vi resta che contattarmi per ricevere un’assistenza personalizzata alla risoluzione del problema.

Quando alcuni miei lettori/amici mi contattano per un problema software/hardware e chiedono con ansia il mio intervento (anche da remoto) io li tranquillizzo dicendo che è in corso una battaglia tra noi e il Pc. E che quella battaglia la vinco sempre io. Vi ricordo infine i canali per "informazioni tecnologiche" o segnalazioni.

Pagina ufficiale Facebook
@corriereromano su Twitter
tecknologie@corriereromano.it
redazione@corriereromano.it

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it
Stefano Soriano

 
 

[14-10-2012]

 
Lascia il tuo commento