Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Bush day, convalidati gli 8 arresti

rischiano fino a 15 anni di reclusione

un momento degli scontri

Tornano tutti in libertà gli otto giovani, tra cui i tre romani Chiara Puletto, 25 anni, Mauro Curcuruto 20 anni e Maurizio Deiana di 28 anni. Arrestati sabato scorso durante il corteo di protesta per la presenza a Roma del presidente americano George W. Bush.

La IV sezione del tribunale penale di Roma, presieduta da Stefano Meschini, ha convalidato gli arresti, disponendo però l'obbligo di firma, nei giorni di martedì, giovedì e sabato, per uno solo dei manifestanti fermati dalla forze dell'ordine. Il pm Andrea Mosca aveva chiesto la custodia cautelare in carcere. Il prossimo 11 luglio si svolgerà il processo per direttissima. Un corteo pacifista ma non del tutto pacifico quello di sabato scorso. Almeno due i momenti di tensione. Il primo in corso Vittorio e in particolare all’altezza di Piazza San Pantaleo dove un gruppo di 150-200 manifestanti ha compiuto alcuni gesti vandalici sfondando tra l’altro la vetrina di una banca e ricoprendo di scritte una statua. L’obiettivo di alcuni pare fosse raggiungere Montecitorio e palazzo Chigi, ma l’impenetrabile schieramento delle forze dell’ordine ha impedito loro di abbandonare il percorso stabilito.

Gli 8 arrestati rischiano fino 15 anni di reclusione per violenza a pubblico ufficiale con l'aggravante di aver utilizzato corpi contundenti.

A caratterizzare la spedizione romana dei manifestanti l’insistente richiesta di viaggiare gratuitamente in treno. Nelle stazioni di partenza, questo ha provocato ritardi che hanno fatto posticipare l’avvio del corteo, poi a sera alla stazione Tiburtina, la pretesa di tornare a casa senza pagare il biglietto è stata il pretesto per altri tafferugli, con vetri della stazione spaccati, cassonetti incendiati, oggetti lanciati contro le forze dell’ordine.

Alla fine il bilancio della giornata è stato di 11 feriti, sei persone arrestate e due denunciate. I fermati appartengono all’area anarchica e ora le indagini cercheranno di accertare gli altri responsabili di reati. Un treno speciale, nel quale si poteva viaggiare senza biglietto, a notte fonda è stato messo a disposizione dalle Ferrovie dello Stato.

La visita di Bush è costata solo al comune di Roma 400mila euro, che il Governo ha promesso di rimborsare. Sono serviti per le 30 squadre del decoro urbano, per i 600 vigili urbani, per rimuovere le automobili e per la pulizia delle strade. Il ministro dell’interno Amato ha sottolineato il merito degli agenti impegnati che hanno subito attacchi e provocazioni senza reagire.

 
TAG: Bush
 

[11-06-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE