Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Maxitruffa da milioni di euro sulla vendita di auto. Arrestato 43enne con precedenti

Vendeva ai suoi clienti auto noleggiate. Tra le vittime, Mexes e Vucinic

di Luca Siliquini

Truffava i suoi clienti per milioni di euro vendendo automobili prese a noleggio. Un giro d’affari a dir poco imponente, quello che ha condotto oggi all’arresto di un 43enne pregiudicato romano. Dopo una lunga e capillare indagine e a seguito di un’ordinanza di custodia cautelate, richiesta dal sostituto Procuratore dr. Cipolla, gli agenti della Questura hanno messo fine a un raggiro di proporzioni colossali che ha compreso, tra le ignare vittime, anche ex giocatori di calcio della Roma come Mexes, Vucinic, Ferrari e Zotti. Curioso, a questo punto, apprendere come è stata avviata l’indagine. Ossia, attraverso la semplice, quasi “innocente” denuncia di un privato cittadino al Commissariato di Porta Pia. Tale cittadino, infatti, dopo l’acquisto presso un concessionario di due autovetture, lamentava il mancato passaggio di proprietà delle stesse. Fatto che ha insospettito le forze dell’ordine. In corso d’indagine si è allora scoperto che le autovetture di cui sopra non risultavano affatto “in conto vendita”. Piuttosto, si trattava di veicoli concessi in locazione da una società di noleggio e mai restituiti. Il pregiudicato era, in effetti, l’amministratore di una società di autovetture, aperta a Casalpalocco nel 2007 e chiusa nel 2008. Il suo “business” era però improntato al facile guadagno a spese di ingenui clienti, società finanziarie, di leasing e di noleggio. Il 43enne arrestato risulta dunque colpevole di un’evasione fiscale nei confronti dello Stato per ben 18 milioni di euro. In cella sono inoltre finiti altri due complici, con l’accusa di bancarotta fraudolenta attraverso l’omessa fatturazione di vendite per milioni di euro. Normali cittadini, professionisti, fino ad arrivare ai sopracitati calciatori. Purtroppo in molti sono involontariamente caduti nella trappola delle “auto a noleggio”. Forse, ora potranno tirare un sospiro di sollievo.

[09-10-2012]

 
Lascia il tuo commento