Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Elezioni, Alemanno vuole l'election day

il centrosinistra alla ricerca di un candidato per il Campidoglio, ipotesi Gasbarra. Zingaretti: "Il rinvio del voto una vergogna"

Dopo il passo indietro del ministro Riccardi, a complicare la situazione elettorale arrivano le parole del vicepresidente della Regione Lazio Luciano Ciocchetti, che esclude il voto regionale in dicembre e rimanda tutti ad un probabile election day. Anche il sindaco Alemanno, concordando con Ciocchetti e Polverini, vede l'impossibilità di un voto anticipato. "Non ce la si fa a fare le elezioni entro dicembre, bisogna puntare all'election day -dice Alemanno-. In questo momento non credo valga la pena di spendere 27-28 milioni di euro per fare elezioni separate".  L'ipotesi non trova d'accordo Nicola Zingaretti, candidato del centrosinistra alla guida del Lazio: "Sono gravi i tentativi di rimandare nel 2013 le elezioni regionali, la frattura tra cittadini e Istituzioni si aggraverebbe ancora di più".

Rinviare le elezioni regionali vorrebbe dire per il centrodestra anche far "assopire" l'opinione pubblica dallo scandalo dei fondi Pdl in Regione Lazio. Per questo il Pd vorrebbe che si andasse subito alle urne. Il centrosinistra sta lavorando per un nuovo candidato che possa sfidare Alemanno. Con fuori Zingaretti (candidato in Regione) e Riccardi, l'unico nome su cui a livello locale si potrebbe facilmente trovare una rapida convergenza è quello del segretario regionale, Enrico Gasbarra. Gasbarra ha rifiutato l'opportunità di candidarsi in Regione, preferendo ritagliarsi il ruolo di "regista". Ma la necessità di garantire alla Capitale una guida amministrativa che in tempi di bilanci magari abbia da subito la capacità di mettersi al lavoro, lo proietta nuovamente nel totocandidati, probabilmente oltre la sua reale volontà di impegnarsi amministrativamente in prima persona. Lo stesso Gasbarra potrebbe costituire il punto di sintesi di una coalizione che a livello comunale, potrebbe coinvolgere Sel e - probabilmente - l'Udc, con i cui Gasbarra - cattolico per formazione e cultura - vanta rapporti consolidati.

Intanto il sindaco Alemanno pur non conoscendo ancora chi sarà il suo avversario, è già in piena campagna elettorale: "Voglio continuare a fare il sindaco di Roma ma non posso farlo se a livello nazionale viene giù tutto". "Per questo, continua Alemanno, serve un vero rinnovamento nel centrodestra", Alemanno ha così riproposto la cancellazione del simbolo Pdl ed ha sottolineato la necessità di creare una nuova forza nel centrodestra.

[06-10-2012]

 
Lascia il tuo commento