Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regione Lazio, al voto entro dicembre?

L’invito del Ministro Cancellieri: “Rispettare il termine dei 90 giorni”

di Luca Siliquini

“Prima si va alle elezioni e meglio è, anche perché per le Regioni non è previsto il commissariamento”. Così si è espresso il ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, riguardo allo scandalo in Regione Lazio che ha portato allo scioglimento della Giunta Polverini. In occasione del Festival del Diritto di Piacenza, la Cancellieri ha spiegato che da una serie di approfondimenti con gli esperti del Ministero e dell’Avvocatura dello Stato, l’indicazione emersa è rispettare il termine dei 90 giorni anche alla luce di un’esigenza di tipo operativo. Vero è che la decisione in materia spetta alla Regione, ma senza dubbio si può ritenere che un invito del genere non verrà ignorato dallo stesso governo regionale. Soprattutto, considerata la suddetta questione del commissariamento.

Al voto entro dicembre, dunque, e via ai “totonomi”. Per il Partito Democratico, David Sassoli, capogruppo del Pd a Strasburgo, e il segretario regionale Enrico Gasbarra. Più una new entry, il veltroniano Jean Leonard Touadi, ex assessore capitolino alla Sicurezza nonché deputato.  Per quanto riguarda il 'gentil sesso', rispuntano Silvia Costa, ora all’Europarlamento, e Giovanna Melandri. Anche sul versante del Pdl, i nomi spendibili sono i soliti: Giorgia Meloni, Luisa Todini e Beatrice Lorenzin, e per La Destra Francesco Storace. Secca smentita invece da parte di Andrea Riccardi, Ministro per la Cooperazione internazionale e fondatore della Comunità di Sant’Egidio, che ha messo subito un punto sulle voci che lo volevano alla Pisana o in Campidoglio per il centrosinistra. “Anche in questa circostanza eccezionale, rimango della mia idea: occorre selezionare una nuova classe dirigente del Pdl del Lazio, azzerando l’attuale, attraverso primarie”, dichiara intanto in una nota ufficiale Andrea Augello, senatore Pdl, esponente di spicco del partito nel Lazio indicato come un altro dei papabili candidati nella corsa per la successione della Polverini. “I tempi per avviare un processo che da tempo, ahimè isolato, auspico”, dice Augello, “ci sono. La tempistica indicata dal Ministro Cancellieri è compatibile. Attualmente la legge prevede che entro 90 giorni dalla data di dimissioni della Polverini, si indichino le elezioni, per cui la soluzione sarebbe indirle poco prima del 90esimo giorno e farle cadere alla fine di gennaio”. In ultima analisi, poche le novità. Per il momento, bisogna soltanto attendere la data delle elezioni proposta dalla Regione.

[01-10-2012]

 
Lascia il tuo commento