Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Romics 2012, dalle sfilate Cosplayer alle mostre d'illustrazione

il festival del fumetto replica dal 4 al 7 aprile

di Antonio Bella e Vincenzo Samà

Cartoni animati, videogiochi, animazione, illustrazione e arte; è il festival internazionale del fumetto che si è chiuso domenica alla nuova Fiera di Roma con tre padiglioni e 200 stand. Romics è una manifestazione senza limite di età, sia per neofiti che per collezionisti accaniti, e che ha riproposto i grandi classici del fumetto e le novità del momento: dallo storica collana dell’editore Sergio Bonelli con Tex, Dylan Dog, Martyn Mistere e Mister No agli americani Superman e Spiderman (che quest’anno compie 50 anni), passando per i manga giapponesi. La grande fiera dedicata al disegno, al gioco e alla fantasia quest’anno ha totalizzato il record di presenze e –per la prima volta- replicherà con una seconda edizione 2012, dal 4 al 7 aprile.

“Lo scorso anno abbiamo chiuso con circa 100.000 presenze -dice Sabrina Perucca, direttrice Romics- e quest’anno abbiamo già superato questi numeri. Ora si replica con una nuova edizione: dal 4 al 7 aprile”.

Romics ha poi voluto celebrare, con una mostra, il musicista Ivan Graziani e la sua passione per l’illustrazione ed il disegno. Un talento “nascosto” quello del cantautore scomparso nel ’97, espresso con una prolifica produzione d'arte illustrativa.

COSPLAYER ROMICS 2012



Ma Romics è stato anche il paradiso dei “Cosplayer”, ovvero di tutti coloro che amano immedesimarsi nei protagonisti di cartoni, fumetti o personaggi di videogiochi con costumi artigianali. Da Lara Croft ai Ghostbusters dai protagonisti di Final Fantasy a personaggi manga con tanto di spade od elmi stratosferici. Ore e ore di trucco e preparazione per essere perfettamente uguali all'originale: c’è anche chi impersona il “bau bau”, essere mostruoso antagonista del film “Nightmare before Christmas”.


[01-10-2012]

 
Lascia il tuo commento